A Ostuni è tempo di vacanze sociali

BRINDISI – “L’abbondanza che genera miseria si combatte con la condivisione'”. E’ questa la massima che declina i programmi di Joinbed, la nuova realtà social che sta prendendo piedi in Italia e sta diventando sempre più reale e sociale. E’ nell’era del bla bla car, dove chi guida offre “uno strappo” a viaggiatori sconosciuti che devono fare lo stesso percorso, dividendo benzina e compagnia per ammortizzare spese e noia, che Marco Messina inventa Joinbed. Joinbed è portale dove chi può e vuole, offre a prezzi stracciati un posto per dormire in un luogo particolare per fare esperienza diversa, assoaggiare prodotti tipici e condividere l’avventura con chi capita. “Luogo che vuoi, esperienza genuina che trovi”, spiega Messina. Basta iscriversi al portale, scegliere la destinazione e scoprire quale esperienza emozionale si vuole vivere. Ad un anno dalla nascita di Joinbed, dopo case messe a disposizioni da brave cuoche per riscoprire la bellezza dei lavori all’uncinetto o l’emozione che in città non si può conoscere, di mungere una mucca, la destinazione che maggiormente sta spopolando è Ostuni. La cosiddetta “Dama Bianca della Puglia” offre la possibilità di fare, a soli 25 euro a notte, una vacanza sociale difficile da trovare sulla nostra penisola: la prima vacanza zen. Tutto è nato dalla proprietaria di una masseria vicino la spiaggia di Monicelli che ha messo a disposizione la sua dimora estiva per guadagnarci su, non solo per ammortizzare la sua cena e le sue spese ma anche per arricchirsi di esperienze diverse. La gestione della masseria spetta alla cuoca Francesca, che nel pacchetto offre servizi di passaggio alla stazione o alla spiaggia, una colazione vegana con prodotti naturali e cene tipiche della zona. La novità vincente resta la passibilità di fare yoga con la maestra Gaya, all’alba o al tramonto incontrasi prima che con gli altri, con se stessi. Un pacchetto zen che offre la possibilià di conoscere o far conoscere ai più piccoli, ad oggi, sempre più lontani dalla natura, come si possono far vacanze tranquille giocando semplicemte all’aria aperta. La produzione dei prodotti resta a Km0, perchè è il contadino Mimino che oggi giorno offre lezioni di agricoltura per spiegare la provenienza di ciò che sarà servito in tavola. La colazione e la cena avvengono in comunione con altri turisti perchè possa esserci quella condivisione di esperienze e di punti di vista che caratterizzano tutte le vacanze proposte da Joinbed.

di Carmen Cretoso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *