Servizio civile, trend in crescita: «Nel 2016 più giovani coinvolti»

Luigi-Bobba-1-2ROMA – Cresce il servizio civile e il governo promette di ampliarlo ancora, con un aumento della platea di giovani che vi avranno accesso. A spiegarlo è il sottosegretario di Stato presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Luigi Bobba, che fa un bilancio del 2015: «L’accelerazione delle procedure amministrative, che ha richiesto un lodevole sforzo da parte del Dipartimento della gioventù e del Servizio civile nazionale e l’implementazione delle risorse economiche stanziate hanno dato la possibilità a circa 50 mila giovani di fare esperienze di Servizio Civile sia in Italia che all’estero».

IL SOTTOSEGRETARIO – Bobba, poi fa un raffronto con l’anno precedente e apre ad un ampliamento della platea per il 2016: «Si tratta di un rilevante dato positivo soprattutto se confrontato con i numeri dell’anno 2014 che ha visto partire poco più di 15 mila ragazzi. I progetti di Servizio Civile riguardano ambiti di grande rilevanza sociale, culturale e civile e, ricordiamolo, solo in Italia fra tutti i Paesi della Ue, sono stati rivolti anche ai NEET (Not in Education, Employment or Training) nell’ambito del Programma Garanzia Giovani con l’obiettivo di favorirne le opportunità di inserimento nel tessuto sociale e lavorativo. il 2016 si apre con prospettive positive che consentiranno di ampliare ulteriormente la platea dei giovani che avranno accesso al Servizio Civile. A ciò si aggiungono l’imminente approvazione della riforma del Servizio Civile, contenuta nella più generale riforma del Terzo Settore, e il consolidamento di alcune iniziative in campo europeo, quali il progetto IVO4ALL e l’accordo di collaborazione con la Francia, che permetteranno ai giovani volontari di confrontarsi con altre realtà e fare nuove esperienze in ambito comunitario»

di f.g.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *