Home Cronache del Sociale L’area marina protetta di Gaiola festeggia i 20 anni dall’istituzione

L’area marina protetta di Gaiola festeggia i 20 anni dall’istituzione

0
707

Una domenica davvero speciale: tanta partecipazione per celebrare i venti anni di vita del Parco Sommerso di Gaiola. Un percorso in salita arduo e non privo di momenti difficili, visto che l’area proveniva da decenni di degrado e abbandono. Oggi fortunatamente la Gaiola  appare sotto una nuova luce e gli anni dell’incuria e depredazione sembrano davvero lontani. Una mostra di oltre 100 foto d’archivio e d’autore ha ripercorso questi primi 20 anni di vita del Parco, riscuotendo grande curiosità e stupore sia da parte dei più giovani che non conoscevano il passato buio della Gaiola, sia dei più adulti che lo hanno vissuto e ancora oggi si stupiscono del cambiamento.
Nel pomeriggio una tavola rotonda con i rappresentanti delle altre Aree Marine Protette del Golfo, studiosi ed associazioni ambientaliste ha fatto il punto sul tema della tutela del nostro mare e della strenua lotta di tutela delle AMP quali veri e propri baluardi per la salvezza del nostro Mare.
Ha aperto il Direttore del parco Sommerso di Gaiola, Maurizio Simeone, e poi hanno proseguito il professor Giovanni Fulvio Russo dell’Università Parthenope di Napoli, Maurizio Fraissinet dell’ASOIM, Tonino Miccio del Regno di Nettuno, Giovanni Capasso di Marevivo, Franco Marino del WWF, Francesca Zazzera di Greenpeace.
Sala piena e grandi manifestazioni di affetto e stima per il lavoro di recupero territoriale fin qui svolto dal Parco. Poi alle 18.00 è iniziata la festa, con il buffet #plasticfree a cura di “Caffettiamo” e la “Birra Gaiola“ offerta per la speciale occasione dal Piccolo Birrificio Napoletano. Hanno trascinato la festa gli intermezzi musicali a cura dell’ensemble di musica popolare “I Carbone”, quintetto composto da chitarra, voce, percussioni, flauto traverso e cajon.
A condividere i festeggiamenti per la Gaiola si sono unite le altre Aree marine Protette del Golfo e le Associazioni ambientaliste del CTM (Marevivo, WWF, Greenpeace ed Asoim) che per tutta la giornata hanno allestito gazebo informativi e laboratoriali per bagnanti e visitatori sul tema della tutela del mare e delle biologia marina.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Skip to content