“Insolitamente” e “Volontari in bici”: l’inclusione prima di tutto.

Una giornata ricca di emozioni, ieri alle ore 12, in piazzetta Orefici (Crocifisso), è stato presentato il progetto “Insolitamente” (Agenzie di Cittadinanza della II Municipalità, finanziato dal Comune di Napoli e dal Csv Napoli) ed il nuovo servizio volontari in bici che prevederà l’assistenza leggera agli anziani ed ai disabili.
Il presidente della II Municipalità, Francesco Chirico, ha sostenuto che il progetto di Agenzie di cittadinanza pone l’attenzione sulla capacità di fare rete tra le organizzazioni e sulla creazione delle reti nascenti, ove ha apprezzato le attività di Asso.gio.ca. e delle altre associazioni.
Oltretutto, Chirico, esalta Borgo Orefici come luogo storico dove personalmente lui è cresciuto e condivide l’idea di “Insolitamente” di utilizzarla per il passeggio degli anziani e per accendere un faro sul territorio.
Ringrazia l’ Assessore della II Municipalità con delega al Welfare, Susy Cimminiello, per il lavoro sinergico di supporto alle organizzazioni del Terzo settore.
Nicola Caprio, Presidente del Csv dell’area Metropolitana di Napoli, ha dichiarato che il progetto genera cultura, cambiamento, inclusione sociale, in particolare, coinvolge la comunità. Ha detto ai presenti che la bici riecheggia gli sforzi, il lavoro, le salite e le discese ma ci comunica soprattutto un senso di libertà che è dentro ogni volontario. Parole indirizzate ai giovani presenti: “il volontariato è la parte sana del paese, bisogna comunicare più valori e più umanità. Tuonando, però, contro la corruzione della politica e della magistratura”.
L’ Assessore Roberta Gaeta interviene, con un desueto megafono, con stile ed eleganza, esprimendo il suo entusiasmo a favore dell’assistenza domiciliare attraverso l’utilizzo delle Bike, già condiviso in precedenza anche dal presidente Onorario di FIAB, Antonio Daniele. Ha sostenuto che la base di azione di tutte le 10 Agenzie delle Municipalità interessate siano le stesse, ma che poi ognuna ha adattato al territorio le esigenze particolari dello stesso. Diviene, come impegno politico, un’azione mirata, sensibilmente attenti a guardare i bisogni della comunità e ad intervenire.
Conclude nel complimentarsi con i volontari, per la capacità di poter avvicinare una fetta di Napoli, così grande, attraverso la mobilità sostenibile.