REGGIO CALABRIA. «Il nostro lutto è totale. E devastante. Ciao Matteo…». Così Laura Pausini su Facebook ha raccontato il suo dolore per la morte di Matteo Armelini, 31 anni, deceduto mentre lavorava alla preparazione del palco per il concerto della cantante a Reggio Calabria. Un cedimento strutturale ha fatto cadere e scivolare la struttura metallica sovrastante il palco, che si è abbattuta sulle gradinate. Venuta a conoscenza della notizia, la prima decisione di Laura Pausini è stata quella di annullare l’impegno, come probabilmente verranno annullati i prossimi concerti fissati a Acireale, Bologna e Caserta, almeno così spiega Ferdinando Salzano, il promoter del suo tour affidandosi anche allo stato d’animo della cantante: «Non è in condizioni di andare in scena».  Poi la popolare cantante ha postato un commento su Facebook: «Scrivere queste parole per me è davvero molto difficile e doloroso…mi trovo in uno stato di confusione e fragilità molto forti», ha confessato sul social network. E ha continuato: «Matteo era un rigger, un tecnico esperto, un ragazzo giovane, forte, riservato, gentile e sempre attento a far sì che il suo e il nostro lavoro fosse il migliore di tutti. La tragedia che sta colpendo la sua famiglia, me, i miei tecnici, la mia band, i miei ballerini e tutti i miei collaboratori è più grande di ciò che si possa immaginare».
VEDI ANCHE:
https://www.comunicareilsociale.com/2012/03/05/crolla-il-palco-di-laura-pausini-muore-un-operaio/
 

di Mirko Dioneo

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui