Home Agenda “Sud Spread experience” in fotografie

“Sud Spread experience” in fotografie

0
162

ROMA. “Spread” è stato probabilmente il vocabolo più diffuso del 2011. Sdoganato dal linguaggio tecnico, con l’avanzare della crisi economica il termine spread è diventato sempre più di uso comune a misurare, quasi come un termometro, la gravità stessa della crisi. Ma il termine inglese, oltre a indicare una “variazione percentuale” nel linguaggio della finanza ha anche altri significati, più comuni, tra cui quello di diffusione, trasmissione…Ed ecco che la traduzione di “spread experiences” è, letteralmente, “diffusione delle esperienze”. Al Sud. La lunga scia della crisi ci consegna dei segni, dei simboli delle quotidiane difficoltà vissute nel Paese, specialmente nelle regioni meridionali. Immagini, a volte vere icone, che si aggiornano o si sovrappongono a quelle già note al Sud: dalle “cattedrali nel deserto” alla richiesta di diritti, lavoro, giustizia sociale e legalità, solidarietà, beni collettivi.
L’INIZIATIVA. Il quadro è questo, ma, come affermava Einstein, “è dalla crisi che nasce l’inventiva”. Ed è proprio in questi momenti che emergono con più forza idee ed esperienze “nuove”, che si intrecciano e si confondono in un comune sentire: riscatto e senso di comunità. Segni che si ritrovano nei volti della gente e delle città, nei momenti di vita pubblica e nell’ambiente che ci circonda, nella dignità e nella voglia di riscatto dei giovani (due su tre senza lavoro).L’obiettivo fotografico guidato dalla sensibilità dei cittadini può svelare questi segni che animano il nostro quotidiano, cogliere “spread experiences” e dare una risposta (fotografica) alla reale situazione del vivere al Sud. Selezioni di foto (il concorso è gratuito e scade il 15 aprile) potranno essere pubblicate sul sito internet e sul Bilancio di Missione della Fondazione CON IL SUD e, grazie alla rinnovata collaborazione con MarteLive, verranno proiettate all’interno degli eventi del decennale festival multi-artistico rivolto ai giovani talenti.Inoltre, alle foto più interessanti sarà riservato un spazio formato POSTER (60x75cm) all’interno della Newsletter della Fondazione, che viene inviata gratuitamente in formato cartaceo a migliaia di destinatari (istituzioni, fondazioni, associazioni, media, cittadini) e che può essere richiesta tramite il sito della Fondazione.

di Mario Domella

 
Maggiori info:
www.martelive.it
www.fondazioneconilsud.it
 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Skip to content