Stati generali dell’infanzia e dell’adolescenza, a Napoli da tutt’Italia per parlare di minori e del loro futuro

Una convention di due giorni con tutti i Garanti per l’Infanzia d’Italia per affrontare le questioni sociali ancora aperte sul tema dei minori. Contrasto alla povertà educativa, alla violenza, abusi e maltrattamenti, giustizia minorile, affido, adozioni e strutture di accoglienza, salute e benessere sociale sono quotidianamente sul tavolo di chi lavora per il futuro dei più piccoli. A 30 anni dalla Convenzione Onu di New York del 1989 sui Diritti del Fanciullo, ratificata in Italia con Legge n. 176 del 27 maggio 1991 e da altri  196 Paesi al mondo – ad eccezione degli Stati Uniti-, il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della regione Campania ha voluto organizzare una due giorni di riflessione e confronto e sul futuro delle politiche per i minori. Partendo proprio dalla Convenzione Onu che ha avuto la preziosa finalità di creare un insieme di garanzie minime a tutela dell’infanzia accettabili dall’intera comunità internazionale e di far riconoscere, per sempre, il fanciullo non soltanto come oggetto di tutela e assistenza ma soprattutto come soggetto di diritto e, dunque, titolare di tutti i diritti riconosciuti a ogni persona umana, si lavorerà a tavoli tematici e tecnici per analizzare la situazione attuale e pensare a possibili scenari futuri.

«Ogni bambino gode ora del diritto di crescere sano e in condizioni di sicurezza- spiga Giuseppe Scialla garante regionale-  di sfruttare il suo potenziale, di essere ascoltato e di essere preso sul serio. Il bisogno più profondo dei bambini, come di ogni persona, è sapere che qualcuno si preoccupa per loro e di sentirsi amati in maniera unica, personale, individuale e continua. Questo 30esimo anniversario vuole essere l’occasione di creare uno slancio per la comunità internazionale e per il nostro Paese Italia, per intensificare gli sforzi, per far prosperare i bambini, per rinnovare l’impegno a proteggerli e promuovere tutti i loro diritti umani».

L’iniziativa è stata organizzata con il patrocinio di UNICEF, Telefono Azzurro, Istituto degli Innocenti di Firenze, CSV Napoli e gli ordini degli assistenti sociali e degli psicologi della regione Campania. Per partecipare alla giornata di lavori del 15 novembre è necessario accreditarsi al seguente indirizzo mail garante.infanzia@cr.campania.it indicando nome, cognome, data di nascita, telefono, email, professione ed eventuale ente di appartenenza. E’ possibile scaricare il programma della due giorni cliccando qui