Donne, contro la violenza il patto tra Amnesty e “Se non ora quando”

ROMA. Rafforzare la lotta contro la violenza sulle donne, in Italia così come nei paesi del Medio Oriente e dell’Africa del Nord. È stato siglato un accordo tra “Amnesty International Italia” e “Se non ora quando”. La Ong è impiegata in  azioni contro la violenza sessuale e altre violazioni dei diritti umani fondamentali delle donne, sia che esse avvengano nel corso di conflitti armati, in ambito familiare e domestico o nel contesto della repressione dei governi o degli attacchi dei gruppi armati di opposizione contro le attiviste per i diritti umani. «Nel mondo, la violenza contro le donne è dolorosa cronaca quotidiana – ha dichiarato Christine Weise, presidente di Amnesty International Italia – . Nessuna donna può sentirsi al riparo dalla violenza quando viene attaccata perché lotta per la libertà o quando subisce violenza da coloro che sono nel cerchio più ristretto delle relazioni private e familiari. Le donne sono in pericolo nelle piazze e nelle strade teatro delle “primavere” nordafricane, oggi sempre più trasformate in violenti assembramenti di uomini».

L’APPELLO: STOP FEMMINICIDIO – “Se Non Ora Quando” è impegnata da mesi nella campagna contro il femminicidio ”Mai più complici”. Il movimento chiede agli uomini, in un appello che ha raccolto migliaia di firme, «di camminare e mobilitarsi con le donne per cercare insieme forme e parole nuove capaci di porre fine a questi crimini». Sono 101 le donne uccise dall’inizio dell’anno in Italia. «Vogliamo che l’Italia – si legge nell’appello – si distingua con determinazione nel combattere la violenza contro le donne. Sappiamo che non ci sono il raptus e la follia dietro questi gesti, come ha confermato il rapporto Onu. La violenza si presenta in queste forme e con questi numeri quando il sistema e la cultura la tollerano».

LA BATTAGLIA CONDIVISA – “Amnesty International Italia” e “Se non ora quando” vogliono contribuire a creare uno spazio comune di azione e mobilitazione che rafforzi, in Italia, l’affermazione dei diritti delle donne. Il 14 novembre, su iniziativa promossa dal movimento, scenderà in campo la nazionale di calcio italiana contro la violenza sulle donne.

GIORNATA MONDIALE CONTRO VIOLENZA DONNE – Piena collaborazione anche per l’iniziativa “Io sono la voce” con cui “Amnesty International Italia”, dal 29 ottobre al 25 novembre (Giornata internazionale per l’eliminazione di ogni forma di violenza contro le donne), raccoglierà fondi tramite un sms solidale dedicato alle donne che lottano per la libertà e i diritti umani in Medio Oriente e in Africa del Nord.

PER SAPERNE DI PIU’

http://www.amnesty.it/
http://www.senonoraquando.eu/

di Fpl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *