Istituito nuovo Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità

Il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo rende noto  che è stato istituito un Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità all’interno del DL Sostegni.

“Il Fondo di 100milioni si chiamerà ‘Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità’  e sarà dedicato a progetti concreti per migliorare, semplificare la vita e garantire i diritti di queste persone, di ogni età. Il Fondo è istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e, con successivi decreti, sarà ripartito sui singoli obiettivi e progetti. Il Dl Sostegni segna così una svolta positiva: l’effettiva inclusione delle persone con disabilità è al centro dell’attenzione del governo.

E a tal fine, anche la nuova proroga per le tutele dei lavoratori fragili.

Infatti, sono stati chiariti e sciolti alcuni nodi iniziali, così da garantire che le assenze che questi lavoratori sono costretti a prendere per tutelarsi dal rischio contagio non compromettono il posto di lavoro né il taglio delle indennità”.

“In particolare con l’art 26 del DL “Cura Italia”, per i lavoratori fragili, sono contenute le seguenti misure:

  • Per i lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso del riconoscimento di disabilità grave (Legge 104/1992 art.3, comma 3)  e per i lavoratori con certificazione attestate condizione di rischio derivate da immunodepressione o da esiti di patologie oncologiche o dovute a terapie salvavita, il periodo di assenza dal servizio prescritto dalle autorità sanitarie è equiparato al ricovero ospedaliero fino al 30 giugno 2021. La misura è valida solo laddove la prestazione lavorativa non può essere resa in modalità di “lavoro agile”. I periodi di assenza dal servizio non sono computabili ai fini del periodo di comporto. Per i lavoratori cui è riconosciuta la disabilità grave, i periodi di assenza non influiscono sull’erogazione delle somme per le indennità di accompagnamento.
  • La misura è valida anche per il periodo dall’1 marzo 2021 al giorno dell’entrata in vigore del DL “Sostegni”, in modo da garantirne la continuità.
  • I fondi stanziati dalla Legge di Bilancio 2021 per garantire la sostituzione del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario delle scuole che usufruiscono dei benefici dell’art. 26 sono aumentati da 53,9 a 157 milioni di euro. Questo al fine di garantire la continuità del servizio scolastico”.