Cocaina nei sistemi fognari, lo studio che racconta l’uso di droghe nelle città europee

Amsterdam capitale europea nel consumo di cocaina e sostanze stupefacenti. E nessuna città italiana nella top ten delle più inquinate. Lo indica uno studio sui sistemi fognari condotto dall’Osservatorio europeo sulle droghe e delle tossicodipendenze. La capitale olandese infatti è in cima alla lista, riportata da Statista, con 1.028 milligrammi di droga (per mille persone) rintracciati nelle fognature. Al secondo posto c’è l’hub bancario svizzero Zurigo con 976 mg e, a completare il terzetto al comando ecco Copenhagen, con 780 mg di sostanze stupefacenti per mille persone.

Non è il primo primato negativo per la città dei tulipani, delle droghe e dei divertimenti, che nel recente passato si è piazzata ai piani alti delle classifiche anche per qualità dell’aria, al punto che l’amministrazione cittadina ha imposto lo stop alla circolazione dei veicoli inquinanti entro il 2030. E solo il lockdown, con la conseguente chiusura dei locali notturni, ha provocato il crollo delle presenze dei turisti e quindi anche del consumo di cocaina ed ecstasy, come svelato dall’istituto di ricerca olandese KWR, mentre è rimasto inalterato l’uso di cannabis. Tornando alla classifica dell’Osservatorio in base alla quantità di droghe presenti negli scarichi fognari, colpisce la presenza al quarto posto di Ginevra, che porta la Svizzera a occupare due caselle nella top ten.

E dopo Ginevra si trova Londra, che ha occupato la posizione di città dalle fogne più inquinate cinque anni fa. Non c’è traccia, è il caso di scriverlo, invece di Italia tra le realtà europee con il sistema fognario maggiormente inquinato. Ed è un passo in avanti per il nostro Paese se si tiene conto dello studio pubblicato lo scorso anno sulla rivista scientifica Addiction, in riferimento al periodo 2011-2017, analisi compiuta in 120 città di 37 paesi, che piazzava Milano per il consumo di cocaina al livello di Parigi e Copenhagen. Invece nella lista dell’Osservatorio il capoluogo lombardo non c’è, uno slot è invece occupato dalla capitale francese, al 12esimo posto, preceduta dal tris spagnolo Barcellona-Valencia-Madrid intervallate da Praga, poi Lisbona e Bruxelles.

di Nicola Sellitti