Ritrovamento del piccolo Gioele, il Presidente del CSV Napoli: “Grande dolore e occasione per riflettere sul senso del volontariato”

“La notizia di Gioele ha lasciato un segno di tristezza dentro il cuore di ognuno di noi. Nonostante il dramma, il suo papà ha avuto la forza e la ragionevolezza di ringraziare quanti lo hanno aiutato nelle ricerche e in particolare ha mostrato grande riconoscenze ai volontari che gli hanno permesso di ritrovare il corpo di suo figlio”. Sono le parole di Nicola Caprio, presidente del CSV Napoli, che così commenta la notizia del ritrovamento del piccolo Gioele, avvenuto a Caronia.

Aggiunge Caprio: “Queste occasioni, anche se di dolore, ci lasciano riflettere su come l’aiuto volontario, il senso innato di umanità e di solidarietà, che sono nel profondo di ciascuno di noi, ci aiutano a costruire sempre più società coese, più ricche e accoglienti. Per questo si realizza continuamente un cambiamento significativo nel rapporto tra Stato e persone.  Cittadini che di fatto diventano volontari e che hanno un forte senso civico, di responsabilità e che sono sempre più in grado di partecipare e di organizzarsi per rispondere ai bisogni e all’interesse generale delle proprie comunità. Pertanto, oggi, anche in questo momento di dolore e di delusione, abbiamo il compito e l’esigenza di ribadire il ruolo fondamentale dell’azione volontaria, della sua specifica identità con prerogative di ideali e di valori. Dobbiamo ringraziare continuamente chi, in modo spontaneo, gratuito e senza interesse dona tempo e amore agli altri”.

Conclude il presidente del CSV Napoli: “Per questo oggi e sempre, da Presidente del CSV metropolitano di Napoli e da semplice volontario, è mio dovere esprimere gratitudine ed essere sempre accanto ai volontari per sostenerli in ogni azione a favore del territorio e dei più deboli.  Grazie!”