Welfare territoriale, nasce anche a Napoli la piattaforma online

Il Covid-19 ha modificato in modo repentino la quotidianità obbligando i cittadini ad assumere stili di vita che richiedono nuovi modelli di protezione sociale. Non è ancora chiaro come cambieranno le nostre abitudini per la gestione dell’emergenza, con l’avvio della fase 2 e poi con le successive fasi, ma la chiusura delle scuole e degli asili con la didattica a distanza, le forme di smart working per i genitori, unite alla solitudine che molte persone anziane e fragili si trovano a dover gestire, rendono molto più difficile e complessa la gestione della quotidianità e pongono forti interrogativi sul futuro. Per questo Il Consorzio di cooperative sociali Proodos, in collaborazione con il Gruppo Cooperativo CGM e il partner informatico Moving, ha dato vita alla piattaforma territoriale “napoliwelfare“.

Dopo Biella, Matera, Sondrio e Rho (Milano), è attiva a partire da oggi la piattaforma napoliwelfare.it, che rappresenta un ulteriore segnale positivo dell’Italia cooperativa che, nell’emergenza, è stata in grado di riorganizzarsi offrendo una risposta adeguata ai nuovi bisogni.  La piattaforma napoliwelfare, realizzata da Proodos con la partecipazione dei soci del consorzio e di altri partners non profit, racchiude una selezione di servizi di welfare dedicati a varie fasce della popolazione: dai bambini agli anziani, alle famiglie, agli adulti in difficoltà e alle persone con disabilità.

All’interno della piattaforma è possibile scegliere tra tantissimi servizi in continuo aggiornamento. Sono disponibili servizi di intrattenimento ludico-educativo come la caccia al tesoro virtuale e il tutoring online per la gestione dei compiti. La piattaforma comprende, inoltre, servizi di assistenza a domicilio ad anziani e persone con disabilità e di supporto psicologico/emotivo rivolti ai caregivers, ai genitori, ai lavoratori e agli adulti. E, infine, servizi di sostegno alla genitorialità, babysitting e mediazione familiare e attività per tutta la famiglia, come allenamenti virtuali da farsi a casa, in maniera coinvolgente e professionale, ma in assoluta sicurezza e nel pieno rispetto delle normative.

Lo strumento della piattaforma è stato pensato come un vero e proprio spazio virtuale dove i cittadini (ma anche i dipendenti delle aziende e, allo stesso modo, le aziende per i propri dipendenti) possono scegliere servizi, fruibili da remoto o presso il proprio domicilio, in grado di rispondere ai nuovi bisogni emersi e far fronte immediatamente alla temporanea riduzione e/o sospensione dei servizi sociali e socio assistenziali di cui disponevano prima dell’emergenza.

Una piattaforma on line costruita intorno alle esigenze delle persone e delle famiglie che abitano il territorio; non solo, quindi, una infrastruttura tecnologica, ma anche uno strumento che produce valore sociale, gestito da imprese comunitarie radicate e riconosciute localmente, che godono di un importante capitale fiduciario, con le quali è facile mettersi in relazione.

“Oggi più che mai siamo chiamati a mettere in campo la nostra capacità di resilienza o, meglio ancora, di quella antifragilità di cui parla Tassim Nicholas Taleb, sentendo forte la responsabilità di essere il cuore pulsante della società. Questa emergenza ci ha in qualche modo costretti a velocizzare quei processi di innovazione già avviati nelle nostre organizzazioni che, ancora una volta, si son fatte carico delle persone più a rischio, facendosi trovare pronte a dare risposte adeguate alle mutate condizioni di sfondo ed ai nuovi bisogni emersi. Proprio nei momenti di incertezza come quelli che stiamo vivendo in questi ultimi tempi, abbiamo l’obbligo di reinventarci per non lasciare indietro nessuno aprendo, tra l’altro, spazi di partecipazione per quanti hanno voglia di mettersi in gioco. Con napoliwelfare proponiamo uno strumento intuitivo ed efficace, con un paniere di servizi fruibili da tutti. Siamo certi che, con questa nuova piattaforma, abbiamo messo un ulteriore tassello per lo sviluppo di comunità coese ed includenti, sempre al passo coi tempi” – spiega Mario Sicignano, Presidente Consorzio Proodos.

I servizi sono stati modificati sia nei contenuti che nelle modalità di acquisto ed erogazione per poter rispondere alle nuove esigenze e secondo le modalità stabilite dalle autorità. Si tratta quindi di prestazioni a distanza oppure, laddove possibile, a domicilio. I prezzi, inoltre, sono stati il più possibile calmierati per garantire la massima accessibilità a tutte le fasce di reddito e sono eventualmente rimborsabili secondo le modalità stabilite dai decreti emanati o in corso di emanazione da parte del Governo nazionale. Sono inoltre integrabili in piattaforma i servizi di welfare pubblico e assistenza sociale, già previsti ed erogati dalle cooperative per le persone più fragili, accessibili senza alcun costo aggiuntivo per tutti. La piattaforma prevede anche una serie di servizi on line gratuiti.