Mara potrà trasferirsi al Liceo Serao. La ragazza non vedente sarà accettata nella nuova scuola

brailleNAPOLI-  Si è conclusa nel migliore dei modi la vicenda di Mara, la ragazza di 15 anni non vedente a cui, la settimana scorsa, era stata negata la richiesta di trasferimento scolastico dal Liceo Pansini di Napoli al Liceo Matilde Serao di Pomigliano d’Arco. Sulla vicenda è intervenuta la Uici, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Napoli che ieri ha inviato una nota scritta alla scuola, chiedendo di accogliere la ragazza. Richiesta che, fanno sapere dall’associazione, è stata accolta in queste ore: «La scuola, dopo le nostre sollecitazioni – racconta il presidente provinciale della Uici Napoli Mario Mirabile- , si è dichiarata disponibile ad accettare l’iscrizione di Mara. Ci ha inviato una nota scritta in cui specifica che, qualora la madre voglia ancora fare richiesta, loro sono pronti ad accoglierla». Mara ha 15 anni ed è di Casalnuovo. Fino alla settimana scorsa ha regolarmente frequentato il primo anno al liceo classico Pansini di Napoli, poi ha deciso di avvicinarsi a casa e cambiare indirizzo di studi, come accade a moltissimi ragazzi al primo anno di ginnasio, così ha deciso di richiedere l’iscrizione al Matilde Serao di Pomigliano D’Arco, indirizzo psicopedagogico. Tutto normale se non fosse che l’iscrizione a Mara è stata rifiutata perché la scuola «non ha insegnanti di sostegno adatti a seguirla correttamente». Mara ha bisogno di un’ insegnante di sostegno che conosca il linguaggio braille e di assistenza materiale per spostarsi.

Oggi è la giornata dei diritti delle persone con disabilità e Mara è a casa perché i genitori non hanno la possibilità di accompagnarla a Napoli e, alla scuola di Pomigliano che aveva scelto, sembrava non esserci posto per lei. «Fino alle settimana scorsa, – racconta la madre di Mara – avevamo incaricato l’autista di un pulmino privato di accompagnare la ragazza a scuola, perché attualmente un servizio pubblico non c’è. Poi successivamente questa persona è venuta meno e Mara preferirebbe cambiare indirizzo di studi, per questo ci è sembrato logico scegliere una scuola vicina a casa. Abbiamo preso informazioni e il passaggio tra il liceo classico al pedagogico era possibile».Per avere il nulla osta dalla scuola di Napoli è necessario che la scuola scelta, in questo caso il Serao di Pomigliano, rilasci una certificazione di disponibilità, che, fino ad ora, non era disposta a rilasciare. «La ragazza può fare richiesta di iscrizione per l’anno prossimo a partire da gennaio – aveva dichiarato la preside dell’istituto Matilde Serao Assunta De Falco alcuni giorni fa – nel frattempo può continuare a frequentare la scuola di Napoli dove ha iniziato l’anno scolastico. In questo momento la nostra scuola non ha un insegnante di sostegno qualificato e, sicuramente, il provveditorato non può mandarlo in tempi brevi. Per l’anno prossimo invece abbiamo tutto il tempo per fare regolarmente richiesta di organico in base alle necessità degli studenti iscritti. In più le sezioni del liceo psicopedagogico sono alla succursale di via Principe di Piemonte, che ha alcuni problemi in termini di sicurezza, che abbiamo provveduto più volte a segnalare». Intanto in queste ore impazza sui social l’ hashtag #‎iostoconmara insieme a tante frasi di affetto e solidarietà per la giovane di Pomigliano.

di Daniele De Somma

Lascia un commento