Tre nuovi asili nido realizzati dalla Municipalità 6

NAPOLI – Tra le dieci Municipalità di Napoli, la Municipalità 6 è la prima ad aver realizzato quanto previsto dal Piano di Azione e Coesione Infanzia (PAC), Primo Riparto: tre micro nidi per complessivi 40 posti destinati a bambini dai 13 ai 36 mesi. L’utilizzo dei finanziamenti relativi ai Piani di Azione e Coesione ha permesso di realizzare nuovi servizi per i cittadini e di creare occasioni di lavoro in questa parte della Città.

I tre nidi saranno inaugurati lunedì 14 settembre :

Alle ore 10:00 l’inaugurazione del micro nido di 10 posti presso la Scuola Comunale dell’Infanzia Scialoja, in via Pazzigno nel quartiere San Giovanni a Teduccio;

Alle ore 10:45 l’inaugurazione del micro nido di 10 posti presso la Scuola Rodinò, Istituto Comprensivo Statale, in via Mastellone nel quartiere Barra;

Alle ore 11:30 l’inaugurazione del micro nido di 20 posti presso la Scuola Comunale dell’Infanzia Lotto O, in via dei Papiri Ercolanesi nel quartiere Ponticelli.

I micro nidi saranno gestiti dai consorzi di cooperative sociali “Co.re.” e “La Rada”, che hanno partecipato a un bando indetto dal Comune di Napoli. Spiega Giovan Paolo Gaudino, presidente del consorzio Co.re. : “Garantiremo un servizio in quartieri periferici della città: immaginiamo i micro nidi come parte di un più ampio e importante progetto di sviluppo del territorio, a beneficio di chi in quelle zone vive e lavora. Lavoriamo da tempo in questa direzione e continueremo a farlo”.

Aggiunge Elena Silvestri, presidente del consorzio “La Rada”: “Porteremo a Napoli l’esperienza maturata a Salerno, dove già abbiamo ottenuto buoni risultati. Si tratta di un progetto nel quale crediamo molto”

I finanziamenti del Programma per i Servizi di Cura per l’Infanzia sono destinati in modo esclusivo a quattro regioni meridionali: Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Sono risorse finalizzate a rafforzare ed a riequilibrare, da un punto di vista territoriale, l’offerta complessiva dei servizi per la prima infanzia.

La Municipalità 6 (Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio) per il Piano d’Azione Coesione – Infanzia ha avuto uno stanziamento di € 653.944,00 per il primo riparto e di € 1.206.889,00 per il secondo riparto. E’ stata l’unica a proporre all’Autorità di Gestione del Ministero dell’Interno un piano che prevedeva di utilizzare l’intero finanziamento del primo riparto per la creazione di nuovi posti di asili nido.

Il Piano proposto dalla Municipalità 6 ha colto pienamente le finalità perseguite dai PAC, l’ampliamento dell’offerta complessiva dei servizi ed il loro riequilibrio territoriale. Infatti la Municipalità 6 è stata la prima ad aver avuto approvato il Piano relativo  ai PAC Infanzia nel luglio 2014.

Queste risorse sono state utilizzate per realizzare i tre micro nidi e creare 40 nuovi posti di asilo riducendo  ulteriormente le liste di attesa.

Sono stati riqualificati gli spazi inutilizzati di due scuole comunali dell’infanzia, Lotto 0 a Ponticelli e Antonio Scialoja a San Giovanni, e di una scuola statale, l’I.C. 68° Giulio Rodinò a Barra.

Pertanto ai 360 posti già esistenti nei 6 asili nido comunali, già funzionanti, se ne aggiungono altri 40. Si è giunti  ad una disponibilità complessiva di 400 posti. La Municipalità 6 per l’anno 2015/2016 oltre ad essere la Municipalità con il maggior numero di scuole comunali per l’infanzia (13), con l’apertura dei tre nidi realizzati con le risorse PAC, sarà anche quella con il più alto numero (9) di asili nido dell’intera Città.

L’Autorità di Gestione del Ministero dell’Interno ha  già approvato il Piano di Azione e Coesione Infanzia, Secondo Riparto, della Municipalità 6 che prevede, tra l’altro, l’apertura a settembre 2016 di un decimo asilo nido, presso la scuola dell’infanzia comunale Il laghetto

Lascia un commento