Sposarsi in tempo di crisi: cerimonia low cost col baratto

sosAmiciNAPOLI– La crisi economica richiede sempre più soluzioni innovative per “tirare a campare” e al popolo partenopeo non manca la creatività. Si celebra a Napoli, infatti, il primo matrimonio con il sistema del baratto. La sera del primo maggio a Palazzo Venezia in via Benedetto Croce, nel centro storico, è la volta dello sposalizio anticrisi. Gli sposi, Maddalena Montano e Vincenzo Salvi, baratteranno il proprio lavoro con i servizi della cerimonia.

L’idea è partita dalla pagina Facebook  “S.o.s. Amici – sconfiggiamo la crisi con l’amicizia e l’entusiasmo”, un vero e proprio fenomeno mediatico che in pochi mesi – la pagina è stata aperta ad ottobre dello scorso anno – ha raggiunto i 24mila iscritti. E ogni giorno aderiscono sempre più persone. L’idea è partita da Sergio Colella, bancario napoletano e da sua moglie Rossana Terracciano.“Tutto è nato dalla mia esperienza di pr per noti locali napoletani – dice Colella – e quindi per i miei tanti contatti. Le difficoltà di tante famiglie e persone mi hanno invogliato a chiedere aiuto per chi aveva bisogno. La cosa più bella è che ho scoperto che c’è tanta gente che vuole aiutare. Io e mia moglie animiamo il gruppo senza scopo di lucro. Anzi, proprio per questa attività, abbiamo adottato persino il terzo cane. Perché anche di questo si occupa il gruppo: dare una casa a cani e gattini e trovare quelli che si sono persi…”

In questi mesi  “S.o.s. Amici” è diventata una comunità virtuale che consente un passaparola trasparente per ottenere aiuto, consigli, pareri, regali, scambi, acquisti o vendite. L’attività non persegue fini commerciali e quindi si è scelto di non essere vetrina per raccolta di fondi, neanche a scopo umanitario. Allo stesso modo non consente pubblicità e transazioni finanziarie. Attraverso Facebook in questi mesi sono state scambiate informazioni, suggerimenti ed è stato trovato lavoro a decine di persone. Tra i lavori più richiesti: pizzaioli, camerieri, badanti, stiratrici e piccoli lavori di pittura, muratura, impianti elettrici, idraulici. Una donna che realizzava monili artigianali adesso lavora per un’azienda del settore gioielli. E sulle pagine del social network più diffuso, Maddalena Montano ha chiesto aiuto agli amici virtuali per il suo matrimonio. Una cerimonia che doveva essere sobria, al Municipio. Ma che invece si è trasformata giorno dopo giorno grazie alla generosità di tante persone che hanno aiutato gratuitamente gli sposi. Dal buffet alle foto alla location, tutto è stato scambiato con il sistema: farò con le mie abilità lavorative questo per te e tu ricambi nello stesso modo.

di Ciro Biondi

Lascia un commento