Al via le giornate dell’ambiente

giornate per l'ambienteFIRENZE – L’Ilva di Taranto, la Terra dei Fuochi: sono solo alcune delle emergenze ambientali italiane, solo alcuni dei temi toccati dalla due giorni di incontri e dibattiti che si svolgeranno ad Arezzo oggi e domani presso l’Auditorium Pieraccini dell’Ospedale San Donato. Le VII giornate mediche per l’ambiente promosse dall’ISDE, Associazione Internazionale dei medici per l’ambiente, indaga soluzione concrete all’inquinamento ambientale: un nemico sottovalutato ma pericoloso.

“L’inquinamento atmosferico è, insieme a quello ambientale, una delle cause principali di insorgenza di tumori polmonari e soprattutto di tumori infantili – spiega Roberto Romizi, Presidente ISDE Italia. E illustra dati allarmanti: “La percentuale di insorgenza di questo male in Italia è molto più alta rispetto alle medie europee. Non possiamo più aspettare” E ricorda che, proprio nei giorni scorsi, l’Unione Europea ha avviato una procedura contro il nostro Paese per l’inquinamento prodotto dalle emissioni industriali dell’acciaieria tarantina.

Durante gli incontri saranno analizzati i documenti prodotti e le conclusioni stilate da quattro gruppi di lavoro interdisciplinari e interistituzionali, ciascuno su una tematica specifica: energia, mobilità, bioedilizia, gestione della filiera dei rifiuti. Proposte concrete, anche sulla base degli orientamenti internazionali ed europei che confluiranno in un documento da presentare a istituzioni governative e agenzie sanitarie.

Tra gli ospiti presenti al dibattito, Fabrizio Oleari direttore dell’ISS, Giorgio Zampetti responsabile scientifico di Legambiente e la senatrice Donella Mattesini, della Commissione Sanità.

L’evento ha il patrocinio del Ministero della Salute, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; dell’Istituto Superiore di Sanità, della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri; dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile – ENEA, della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO – Campagna DESS Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile.

di Alice Martinelli 

Lascia un commento