Ecco come “relazionarsi con le banche”

UnknownBOLOGNA – Dal 16 ottobre al 6 novembre a Bologna un ciclo d’incontri, organizzato da VOLABO, il Centro servizi per il Volontariato della provincia di Bologna, in colla­borazione con Monte dei Paschi di Siena, Ban­ca Popolare Etica, Banca Prossima e UniCredit , che  vuole contribuire a promuovere nelle Associa­zioni, con particolare attenzione alle Organiz­zazioni di Volontariato, una cultura più attenta del sistema bancario e finanziario, così che le stesse possano sviluppare scelte economico-finanziarie consapevoli e sostenibili e rappor­tarsi in modo più coerente con i propri interessi ed i propri valori etici  e culturali.

Un’iniziativa inedita che ha l’obiettivo di fornire un primo orientamento rispetto al sistema finanziario e sviluppare una nuova cultura finanziaria nel Terzo Settore.

Nello svolgimento delle loro attività quotidiane, spesso le Onlus hanno l’esigenza di aprire e di gestire un conto corrente, di utilizzare bonifici, emettere asse­gni, di avvalersi di differenti strumenti, prodotti e servizi.

Oggi più che mai, tutte le realtà dell’associazio­nismo devono possedere conoscenze di base della normativa bancaria e delle opportunità e vincoli a essa correlati, per valutare la soste­nibilità di progetti e iniziative.

Obiettivo del seminario sarà sviluppare scelte economico-finanziarie consapevoli e sostenibili, rapportandosi in modo coerente con i propri interessi e i propri valori etici e culturali. Nei quattro incontri, le organizzazioni no profit avranno l’opportunità di maturare una conoscenza di base dei mercati mobiliari e d’investimento e di assumere una nuova consapevolezza riguardo alla relazione tra le esigenze economiche della propria missione e le forme di finanziamento offerte dal sistema bancario. Il seminario è rivolto a presidenti, membri del Consiglio Di­rettivo, volontari, collaboratori e dipendenti di Associazioni di Volontariato.  Per iscriversi basta compilare la scheda d’iscrizione – on-line “in automatico”, nella sezione Formazione del sito www.volabo.it.

di Paola Amore 

Lascia un commento