Parliamo di “siblings” ovvero di fratelli/sorelle di bambini con disabilità

images (5)CATANIA- Tutto pronto per il seminario informativo dedicato ai siblings  – fratelli/sorelle di bambini con disabilità – che prenderà il via venerdì 13 settembre alle ore 15 presso il centro congressi dell’Hotel Sheraton di Catania. Sono circa 150 gli iscritti, provenienti da diverse parti dell’isola ma anche d’Italia per partecipare a questo evento che vedrà tra i protagonisti Kate Strohm, ricercatrice ospedaliera, educatrice, counsellor e giornalista.  Organizzato dall’equipe catanese del progetto “Amorevolmente insieme” in collaborazione con il Rotary Club di Catania, con il quale dal 2007 l’equipe affronta il tema dei Siblings, il seminario permetterà di capire meglio, tramite mirate sessioni di lavoro, la relazione che si instaura tra il bambino disabile con il fratello/sorella (sibling), relazione che in prospettiva è la più lunga di tutte. Ciò significa che la dimensione  della disabilità, con tutto ciò che comporta, accompagna il fratello/sorella del bambino disabile lungo tutto l’arco della vita, influenzandone inevitabilmente le tappe evolutive, le scelte, la progettualità. Accade spesso che i fratelli/sorelle trovino difficoltà a dare un senso da soli alle proprie reazioni e ai propri sentimenti nei riguardi della famiglia. Per tale motivo sono a rischio di sviluppare problemi emotivi e comportamentali che possono portare a difficoltà di adattamento permanenti, inclusa ansia e depressione.

Lascia un commento