Vola la disoccupazione, ai massimi dal ‘77 Ma cala quella dei giovani

lavorookROMA. La disoccupazione a maggio è al 12,2%. Lo rileva l’Istat (dati destagionalizzati e provvisori). È il nuovo massimo storico, il livello più alto sia dalle serie mensili (gennaio 2004) che da quelle trimestrali, avviate nel primo trimestre 1977, cioè 36 anni fa. Mentre il tasso di disoccupazione giovanile (15-24anni) a maggio è al 38,5%, in calo di 1,3 punti percentuali su aprile, ma in rialzo di 2,9 punti su base annua. Risultano in cerca di lavoro 647 mila ragazzi, che rappresentano il 10,7% della popolazione in questa fascia d’età.

GLI OCCUPATI – A maggio 2013 gli occupati sono 22 milioni 576 mila, in diminuzione dello 0,1% rispetto ad aprile (-27 mila) e dell’1,7% (-387 mila) su base annua. Sempre secondo i dati provvisori diffusi dall’istituto, il tasso di occupazione, pari al 56,0%, diminuisce di 0,1 punti percentuali nel confronto congiunturale e di un punto rispetto a dodici mesi prima. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce dello 0,2% rispetto al mese precedente (-35 mila unitá) e dello 0,9 % rispetto a 12 mesi prima (-127 mila). Il tasso di inattivitá si attesta al 36,1%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,3 punti su base annua.

da Corriere.it

Lascia un commento