Formazione per adulti per combattere l’esclusione sociale

progetto_inclusioneMALTA. Fino al 5 marzo, l’Associazione Giovanile dell’Unesco di Malta ospita, per il secondo incontro del progetto EPAEMSI (European partnership on Adult Education and Mobility for Social Inclusion), un gruppo di 50 adulti coinvolti in attività promosse da associazioni di diversi paesi europei (Italia, Spagna, Malta, Romania, Polonia, Slovenia e Regno Unito).

I PROGETTI. Lo scopo del progetto co-finanziato dalla Commissione Europea tramite il programma Lifelong Learning è quello di servirsi da un lato dell’esperienza delle organizzazioni parteners relativa all’inclusione sociale e dall’altro dell’attiva partecipazione degli adulti provenienrti da gruppi sociali svantaggiati per promuovere e migliorare l’inclusione sociale attraverso la formazione, in particolare non formale ed informale. Sono informali tutti quei processi per mezzo dei quali si originano nell’individuo fenomeni educativi. La famiglia, le conoscenze, i mass media, il contesto sociale e culturale, sono variabili importanti di questo aspetto dell’educazione. Sono considerate non-formali tutte le attività educative organizzate da enti o associazioni che possono rilasciare certificati di frequenza ma non titoli o qualifiche di studio formalmente riconosciute. Durante i due anni di progetto i partner organizzeranno anche attività a livello locale per condividere le buone prassi relative all’inclusione sociale e per far luce sul problema dell’esclusione sociale e combatterla. Gli adulti proverranno da gruppi sociali svantaggiati ed avranno un ruolo attivo durante il progetto facendo esperienza delle buone prassi e beneficiando di questa esperienza interculturale.

di f.g.

 

Lascia un commento