Spending Review, Tabò (CSVnet): «Il danno è stato ridimensionato»

ROMA. «Un ringraziamento a chi si è speso per modificare le norme sul Terzo settore» è questoil comment di Stefano Tabò, presidente di CSVnet, il Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato dopo che la Camera dei Deputati ha approvato il decreto legge sulla Spending Review. «Occorre ringraziare con convinzione chi, nel Parlamento e nello stesso Governo, si è speso per modificare le norme riguardanti il volontariato e il terzo settore contenute nella prima formulazione della Spending Review – prosegue Stefano Tabò- . Potevamo assistere ad un vero salto all’indietro della pratica giuridica e della cultura istituzionale del nostro Paese. Il danno è stato ridimensionato. Le preoccupazioni, inevitabilmente, non sono del tutto evaporate. Il mantenimento dell’Osservatorio del Volontariato, al pari di quello dell’Associazionismo, è stata un’acquisizione importante. Le Organizzazioni di Volontariato hanno ribadito, nei pronunciamenti di questi giorni, la volontà di rafforzare la loro coesione nelle prassi e negli strumenti di rappresentanza, sia a livello nazionale sia nei diversi territori. I Centri di Servizio per il Volontariato- conclude il presidente di CSVnet colgono da tale apprezzabile segnale l’impulso per continuare ad essere un supporto attento e sensibile, anche sotto questo delicato aspetto. La VI Conferenza Nazionale del Volontariato, prevista in autunno a L’Aquila, è una immediata opportunità».

di W.M.

Lascia un commento