Boats4people, la flotta nei luoghi dell’immigrazione

FIRENZE. «Riportare il Mediterraneo alla sua vocazione naturale di mare di pace, ponte tra continenti, spazio di solidarietà e libertà di movimento». Con questo scopo al via l’iniziativa itinerante Boats4People, promossa dall’Arci, che partirà da Rosignano, in provincia di Livorno, il 2 luglio. L’equipaggio sarà composto da membri di associazioni euroafricane, parlamentari nazionali ed europei, giornalisti, fotografi e video-maker che, nel corso del lungo viaggio, saranno protagonisti e testimoni di incontri e scambi culturali tra il continente europeo e quello africano. Tante le iniziative previste durante il viaggio.

IL VIAGGIO NEL MEDITERRANEO – Dal 5 luglio, dopo la partenza dalle coste toscane, ci sarà una sosta a Palermo, dove si terrà il convegno sul tema “Criminalizzazione dei migranti e del soccorso in mare. Politiche migratorie criminali” e un’uscita notturna dal porto con altre barche e l’accensione di 1.500 candele galleggianti. Sosta anche a Trapani, con visita al Centro di Identificazione ed Espulsione. Dall’11 luglio la carovana sarà a Monastir, in Tunisia, dove arriverà accompagnata dalle barche dei pescatori tunisini inscenando una sorta di corteo navale. Il 13 luglio si terrà un convegno sulle chiusure delle frontiere e le conseguenze in mare e sulla terraferma su entrambe le sponde del Mediterraneo. Sempre il 13 luglio è in programma un’iniziativa in spiaggia dedicata ai dispersi con 800 fiaccole. Infine, il 18, 19 e 20 luglio, la sosta di tre giorni a Lampedusa in collaborazione con il LampedusaInFestival. Il 19 luglio è prevista la presentazione dell’installazione e delle opere donate dai giovani artisti tunisini al Museo delle Migrazioni. Nello stesso giorno ci sarà un’iniziativa di commemorazione al porto con 1500 fiori gettati in mare e il concerto di inaugurazione del LampedusaInFestival (Porta d’Europa).
PER SAPERNE DI PIU’
IL SITO DI BOATS4PEOPLE 

Lascia un commento