Solidarietà in sostegno delle famiglie dei piccoli degenti del Santobono

Nell’ambito della campagna di solidarietà “Adotta una famiglia, aiuta una persona senza casa” rivolta alle famiglie in difficoltà e alle persone senza dimora, il gruppo Gesco ha deciso di sostenere cento famiglie di piccoli degenti dell’Ospedale Santobono di Napoli con altrettanti buoni spesa.  Attivata da Gesco con la COS, la Centrale Operativa Sociale nei due mesi di lockdown totale, la campagna Adotta una famiglia, aiuta una persona senza casa ha permesso di assistere più di 4 mila famiglie con pasti caldi ed una spesa gratuita, oltre che di produrre circa 3000 pasti per persone senza dimora, cucinati dallo staff del ristorante Il Poggio a titolo volontario. Ad oggi hanno sostenuto la campagna oltre 200 persone con una raccolta fondi, 30 tra aziende e associazioni, una 50ina di operatori e volontari, mentre la distribuzione di pasti e beni di prima necessità è avvenuta in totale sicurezza grazie anche alla dotazione di 2000 mascherine protettive confezionate e donate da una rete di sarti coordinata dagli stilisti Davide De Vivo e Matteo Paloni. Nel momento di passaggio alla fase 2 delle misure di contenimento sociale, con la riapertura progressiva di attività e servizi e con l’intervento di forme di aiuto pubbliche, la campagna ha sospeso la consegna di pacchi alimentari e di beni di prima necessità, mentre sta continuando a produrre pasti per persone senza dimora ed è ancora attivo il conto corrente per la raccolta fondi, che sono stati destinati all’Ospedale Santobono allo scopo di aiutare le famiglie dei piccoli degenti in difficoltà.