E a Gragnano la pasta diventa solidale

L’emergenza Covid-19 sta mettendo in ginocchio migliaia di famiglie, che da alcuni giorni hanno serie difficoltà a mettere il piatto a tavola. Così a Gragnano, nella città della pasta, i pastifici hanno avviato una vera e propria corsa alla solidarietà, donando centinaia di chili di prodotti per riempire i pacchi alimentari da donare ai meno abbienti.

Un gesto di solidarietà firmato dal Consorzio Pasta di Gragnano, che ha visto la collaborazione di tutti i pastifici cittadini. I primi 900 chili di pasta sono stati donati già una decina di giorni fa, prima che l’emergenza imponesse divieti più stringenti. La pasta è stata donata ai Servizi sociali del Comune di Gragnano, mentre ad assicurare la consegna della donazione, suddivisa per i nuclei familiari destinatari, sono i volontari della Protezione Civile gragnanese, che stanno lavorando giorno e notte.

«La pasta sarà donata seguendo l’elenco dei nuclei familiari già individuati attraverso l’Avviso Pubblico relativo al progetto di consegna di pacchi alimentari mensile» spiega il sindaco Paolo Cimmino. Il primo cittadino gragnanese aggiunge che «l’iniziativa è stata messa in capo dal Consorzio della Pasta e dall’amministrazione Comunale. Gesti come questo, in momento così complicato, diventano un forte messaggio di supporto e speranza». Dall’inizio dell’emergenza coronavirus la solidarietà dei Pastifici di Gragnano, la collaborazione dei volontari e l’impegno dell’Amministrazione non conoscono soste.

di Dario Sautto