Covid – 19: spesa sospesa e rete di solidarietà in due Municipalità di Napoli

Garantire in ogni modo il sostentamento alle famiglie in difficoltà, le cui condizioni sociali ed economiche rischiano di peggiorare a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19. È l’obiettivo alla base della “Spesa-Sospesa”, iniziativa di solidarietà messa in piedi dalla Seconda Municipalità di Napoli. Ma non è l’unica iniziativa dei parlamentini cittadini: nell’area della Municipalità Dieci Bagnoli-Fuorigrotta, da qualche tempo esiste una rete di coordinamento per cercare di venire incontro alle esigenze di chi è particolarmente vulnerabile in questo periodo.
L’iniziativa della Municipalità Avvocata-Montecalvario
«Sono due i principi indissolubili: restare a casa e aiutare gli altri» spiega il presidente municipale Francesco Chirico, aggiungendo: «Dopo aver ordinato la spesa a domicilio nelle varie attività commerciali del territorio, si può fare credito in favore della spesa sospesa comunicandolo ai numeri: 0817950260/61/65 attivo dalle ore 9 alle ore 12 dal lunedì al venerdì. La somma raccolta sarò utilizzata per donare la spesa a chiunque sia in difficoltà e necessiti di aiuto mentre la Municipalità provvederà a contattare il negozio che ha credito disponibile per organizzare la consegna della spesa, quindi non ci sarà l’esigenza di recarsi negli uffici della Municipalità», evitando perciò gli assembramenti peraltro vietati dalle varie disposizioni contenute nei Dcpm e delle ordinanze del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. I negozi aderenti alla Spesa-Sospesa sono diverse decine, situate ai Quartieri Spagnoli, alla Pignasecca-Montesanto, in zona piazza Dante-piazza del Gesù, in zona piazza Mazzini, a Materdei, nel quartiere Forcella, in zona piazza Mercato-corso Garibaldi con l’elenco consultabile sui canali social della Municipalità Seconda o con la possibilità di poterlo apprendere tramite i numeri telefonici messi a disposizione dell’iniziativa.
Rete di solidarietà nell’area occidentale
Nei giorni scorsi nei quartieri di Bagnoli e Fuorigrotta, rientranti sotto la competenza della Municipalità Dieci, è stata attivata una struttura di coordinamento delle varie associazioni e movimenti territoriali, impegnato anche in questo caso a fornire spese e generi alimentari a chi è impossibilitato a muoversi date le restrizioni per contenere la diffusione del Coronavirus. A far parte di questa rete sono sono: Ua, Iskra, Casa del Popolo-Fuorigrotta, Caritas Interparrochiale, Cittadinanza Attiva, Guardia Rurale Volontaria, Cngei. «Il coordinamento – spiegano il presidente della Municipalità Dieci Diego Civitillo e gli altri aderenti – per fornire assistenza alle persone anziane, non autosufficienti o senza fissa dimora. Abbiamo fornito tutte le autorizzazioni e le facilitazioni necessarie a svolgere la loro attività, ed abbiamo creato un collegamento con i Servizi Sociali Territoriali che ci segnalano via via le situazioni di maggior difficoltà. La priorità da affrontare in questo periodo di difficoltà sono le sofferenze di carattere sociale, al fine di prevenire non solo il contagio da Covid-19, ma anche situazioni di indigenza e solitudine».

di Antonio Sabbatino