Covid-19: ora più che mai bisogna mangiare bene. I consigli della nutrizionista

La vita a cui siamo abituati procede a ritmi molto veloci. Fermarsi da un momento all’altro mette a dura prova la resistenza psicologica di chiunque ed è disorientante. In questi casi il cibo può rappresentare un’ottima distrazione e un momento di felicità o di sfogo in questi giorni di forti restrizioni. Ecco che su Facebook e Instagram appaiono foto di pizze, dolci, frittura a più non posso. Ebbene, non c’è nulla di più sbagliato in tempi di emergenza COVID-19. E’ invece necessario attenersi ad un ferreo regime alimentare affidandosi alle direttive di specialisti come la dottoressa Giovanna de Leo, biologa nutrizionista e kinesiologa , esperta in alimentazione funzionale e con esperienze pregresse di insegnamento presso l’ICOM, International College of Osteopathic Medicine. “Dobbiamo stare molto attenti all’alimentazione in questo periodo perché è fondamentale per il sistema immunitario. In particolare, è importante che l’intestino funzioni al meglio perchè lì risiede il GALT (Gut-Associated Lymphoid Tissue o tessuto linfoide associato all’intestino),  il sistema immunitario presente a livello intestinale che ci difende dagli attacchi patogeni.   Alcuni alimenti andrebbero assolutamente evitati” spiega la specialista e continua elencando tutti i prodotti che contengono lievito, zucchero, farina 00 e latte e derivati. Bisogna, piuttosto, ora più che mai, privilegiare una dieta basata su alimenti integrali, pesce, carne, uova, frutta, verdura e olio evo a crudo. Ma non finisce qui: “Raccomando anche l’assunzione di 2  vitamine: C e D.” aggiunge la nutrizionista. Sono queste ultime infatti a stimolare efficacemente il sistema immunitario. La vitamina C si trova nella frutta e nella verdura, in particolare nelle arance, nei mandarini e nei kiwi. La D si trova nel salmone, nell’olio di fegato di merluzzo e nel tuorlo  d’uovo, ma è attraverso l’esposizione al sole (negli orari giusti e con protezione) che si produce l’80% della vitamina D. Aggiunge anche che “Dobbiamo essere positivi, perchè le energie positive abbassano il cortisolo (l’ormone dello stress) che, se iperespresso, causa una riduzione delle difese immunitarie. Bisogna lavorare sul nostro equilibrio psicofisico in questi momenti difficili e partire da una sana alimentazione può aiutare molto. Consiglio anche di praticare attività fisica in casa e concedersi due dita di vino rosso.. anche tutti i giorni”.

di Lea Cicelyn