Fondazione Banco Napoli, 400mila euro erogati per progetti nel mezzogiorno

NAPOLI – Un sostegno economico concreto alle attività portate avanti da enti, associazioni e fondazioni impegnate nell’ambito artistico, educativo e del volontariato sia sul territorio campano che in altre località del Centro e del Sud come Molise, Abruzzo, Puglia. La Fondazione Banco di Napoli finanzia con un contributo di 400.000 euro ben 26 progettualità che hanno convinto la commissione valutativa. Un intento chiaro quello della presidente della Fondazione Banco di Napoli Rossella Paliotto accogliendo, in occasione della Giornata Europea delle Fondazioni, i beneficiari dell’iniziativa: «Riprendere l’attività filantropica» della Fondazione Banco di Napoli. La Paliotto ricorda come «la Commissione Sostenibilità Sociale ha proceduto con estrema cura alla selezione dei progetti rispettando i regolamenti che ci eravamo dati nel periodo di commissariamento. Grazie alla fusione per incorporazione con la Fondazione Chieti per l’Abruzzo e il Molise abbiamo avuto a disposizione un piccolo importo utile per ripartire con i contributi». Nell’elenco progettualità compaiono iniziative davvero interessanti, vediamone alcune. Nei Progetti Arte sono inserite le visite didattiche prerogativa degli Amici di Capodimonte, finanziate per 12.500 euro, che daranno la possibilità ogni anno a circa 100 classi di scuole primarie e secondarie, privilegiando quelle in cui è acclarato un maggior disagio economico, il trasporto e la visita al Museo di Capodimonte. Grazie a 15.000 euro invece, l’Associazione Culturale Agorà si darà la possibilità a giovani artisti di riprodurre nel quartiere Forcella, attraverso l’arte del murales, alcune delle opere esposte al Museo Nazionale. Dando qualche riferimento al campo educativo, la Fondazione finanzierà per 20.000 euro laboratori per adolescenti di cui s’occuperà l’Associazione Artur, presieduta da Maria Luisa Iavaraone, la mamma di Arturo Puoti, ragazzo accoltellato da una baby gang a via Foria. Per il Volontariato invece meritevole di menzione, tra gli altri, la realizzazione nel Chiostro della Chiesa di Santa Caterina a Formiello di una mensa scolastica gratuita grazie ad una partnership tra la Fondazione Made in Cloister, l’artista Mimmo Paladino e lo chef Massimo Bottura e la sua Associazione Food For Soul. Il finanziamento è, in questo caso, di 20.000 euro.  «Sono stati accolti i progetti in grado di produrre una ricaduta sul territorio e non poggiano solo sui contributi nostri. Gli enti beneficiari ricevono altri finanziamenti quindi il moltiplicatore totale per il territorio è intorno al milione» aggiunge la presidente Paliotto che ricorda come la seconda tranche per ottenere i finanziamenti scade il prossimo 15 ottobre. La partecipazione è aperta a tutte le Regioni del Mezzogiorno, i cui progetti saranno valutati entro la fine dell’anno in corso.