MiniUniversiade, la carica dei 2000

Si chiamano Summer MiniUniversiade e si affiancano alle tantissime competizioni che si terranno a Napoli e in Campania fino al 14 luglio per l’evento internazionale sportivo dell’anno. Un progetto speciale, voluto dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e realizzato dalla società inhouse Scabec, per coinvolgere e far partecipare i ragazzi delle periferie e alcuni dei minori coinvolti in attività di recupero sociale e di formazione.  Un progetto che vede la realizzazione di un ricco programma di eventi e attività sportive per una lunga “maratona di divertimento”, ma anche l’occasione per ripristinare o per realizzare lavori di manutenzione straordinaria di alcuni impianti e campetti polivalenti. A dare il via al progetto è stata la regata di “Scugnizzi a Vela”, salpata dalla Darsena Acton di Napoli il 24 giugno per arrivare nel Golfo di Salerno attraccando al Molo Manfredi. Decine di ragazzi a bordo della nave scuola a vela Bliss, sequestrata per reato d’immigrazione clandestina e affidata alla Giustizia minorile per la realizzazione del progetto di integrazione “I mestieri del mare”. Scugnizzi a vela, che coinvolge i ragazzi provenienti dal centro minorile di Nisida e dalle comunità alloggio L’Aquilotto, il Germoglio, il Girasole e il Traguardo, è organizzata dall’omonima associazione in collaborazione con la Marina Militare, il Centro Giustizia Minorile della Campania, le autorità portuali, il Comune di Napoli e la città metropolitana.  La regata degli Scugnizzi darà il via anche alle attività in quattro aree periferiche di tre città campane, con tre presidi tra Napoli, Caserta e Salerno, individuati nelle parrocchie già attive nella promozione dello sport e riferimento dei territori, da sempre impegnate in attività di animazione e di formazione dei ragazzi dai 5 ai 14 anni.  Per Barra e San Giovanni è stato coinvolto anche il CSI di Napoli Centro sportivo italiano, che già collabora con le due realtà e che curerà tutte le attività sportive che si svolgeranno in questi quartieri  compresa la fiaccolata in programma il 28 giugno, con la partecipazione di tedofori delle Universiadi.  

Tornei di basket, tennis da tavolo, giochi d’acqua, beach volley, street basket, tiro con l’arco, dodgetball  si terranno fino al 13 luglio. Coinvolti a Napoli le parrocchie di del Sacro Cuore di Barra e di San Giuseppe e Madonna di Lourdes di San Giovanni a Teduccio nel Rione Villa; a Salerno la parrocchia di Santa Margherita e San Nicola del Pumpulo e a Caserta la parrocchia di Maria SS del Carmine e San Giovanni Bosco nel rione degli Aranci. Durante gli incontri sportivi sarà inoltre attivato in collaborazione con le Asl e con la Direzione scolastica regionale un presidio per la promozione della salute tra i giovanissimi e dei corretti stili di vita, in particolare legati all’alimentazione e alla prevenzione.  In ogni parrocchia la Regione Campania attraverso la Scabec realizzerà dei corner con schermi e proiettori per assistere in diretta in grande stile alle gare e alle cerimonie di premiazione delle Universiadi.