”Occhio ai bambini”, con Uici e Iapb si può

NAPOLI- Il progetto “Occhio ai bambini” si prefigge, attraverso l’informazione e la prevenzione, di tutelare la vista dei più piccoli.
Vi sono, infatti, anomalie visive che si presentano precocemente e che possono rimanere sconosciute come l’ambliopia (occhio pigro da non uso).
L’iniziativa si segnala e merita particolare attenzione, perché i bambini quasi mai riferiscono di avere dei disturbi; invece, sottoponendo loro ad un esame che prevede dei semplici test di valutazione del normale sviluppo dell’apparato visivo, del suo corretto funzionamento sia in termini di acuità visiva che di motilità, ogni anomalia che si presenti può essere corretta precocemente, evitando che permanga per tutta la vita.
L’obiettivo dei cheek up, in effetti, è proprio l’individuazione precoce delle patologie, che interferiscono con il processo di acquisizione dell’immagine, compromettendo un normale sviluppo dell’apparato visivo.
Sotto questo profilo, infatti, si inquadra l’operato della Sezione di Napoli dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e la Sezione Italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (I.A.P.B. Italia ONLUS), che, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale Santobono Pausilipon Annunziata, attraverso degli oculisti volontari e con il patrocinio della Città Metropolitana di Napoli, hanno organizzato dal 13 marzo all’8 aprile 2017 una campagna di prevenzione delle patologie oculari rivolta ai bambini frequentanti la prima elementare.
A partire da lunedì 13 marzo, infatti, l’unità mobile dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Napoli attrezzata con un ambulatorio oftalmico è presente in diverse scuole, consentendo a circa 750 bambini di età compresa tra i 6 e gli 8 anni di essere sottoposti ad una visita oculistica completamente gratuita.
Le scuole che hanno aderito sono: l’Istituto Comprensivo “Socrate – Mallardo” di Marano di Napoli; l’Istituto Comprensivo “Giancarlo Siani” di Torre Annunziata; l’Istituto Comprensivo “Sulmona – Leone” di Pomigliano D’Arco; l’Istituto Comprensivo “Donizetti – Viviani” di Pollena Trocchia; l’Istituto Comprensivo “S. Domenico Savio” di Terzigno.
Infine, dal 27 al 31 marzo la campagna si svolgerà in istituti come l’I.C Mastriani, l’I. C Gabelli e l’I. C 26 Imbriani – S. Alfonso de’ Liguori, individuati dalla IV Municipalità di Napoli.
“Questa iniziativa”, ha affermato Mario Mirabile attuale Presidente della Sezione UICI di Napoli, “nasce dalla consapevolezza che in Italia, nonostante le diverse campagne informative di profilassi visiva, esistono ancora sacche di popolazione dove la cultura della prevenzione non è ancora arrivata pienamente”.

di Gianluca Fava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *