“Io sono qui”, 8 video sulla legalità girati da 200 ragazzi dei quartieri a rischio del Mezzogiorno

Locandina Io sono qui (1)NAPOLI- Duecento adolescenti di Campania, Puglia, Calabria e Sicilia protagonisti di “Io sono qui”, il progetto che l’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza e l’Associazione Visionair mette in campo per il prossimo anno per contrastare la dispersione scolastica. Regioni in cui il dato – ultimo registrato nel 2013 – è pericolosamente elevato: 25,8 per cento in Sicilia, 22,2 in Campania, 19,95 in Puglia e 16,4 in Calabria. Otto gli istituti superiori coinvolti in altrettanti quartiere periferici di Palermo, Catania, Taranto, Bari, Cosenza, Gioia Tauro, Capua, Napoli. “Io sono qui” è un modo per slegare dal classico stereotipo che accomuna tutto alla criminalità in determinati quartieri. Come la Sanità, il quartiere nel quale si svolgerà il progetto a Napoli. Nella fattispecie nell’Istituto Tecnico Isabella d’Este Caracciolo che, negli scorsi mesi, è stato al centro delle cronache per episodi criminosi. Proprio dai fatti di cronaca parte il progetto, in quanto per una buona prevenzione del fenomeno è fondamentale la consapevolezza. In tal senso è necessaria anche l’informazione che è il collante di “Io sono qui” dato che i duecento giovani coinvolti realizzeranno, attraverso i new media, dei video con il supporto di tre tutor per ogni istituto scolastico tra giornalisti, registi, sceneggiatori, autori, operatori, montatori, grafici, oltre a due docenti. I lavori avranno dunque un taglio giornalistico o documentaristico a seconda del tutor a disposizione del gruppo di lavoro. I lavori saranno poi condivisi attraverso una piattaforma web multimediale sviluppata appositamente per “Io sto qui”. La scelta degli studenti che prenderanno parte al progetto sarà effettuata da un organismo interno al Miur, il Polo Qualità di Napoli. Ad ognuno dei partecipanti sarà consegnato un kit del “regista della legalità” al cui interno saranno inseriti il taccuino della legalità, nozioni di film-making, un vademecum con le nozioni base delle tecniche di video-racconto e il calendario dell’iniziativa “Io sono qui” con le tappe di progetto. Alla presentazione dell’iniziativa, che avrà luogo domani alle 10.30 nella sede della Fondazione San Gennaro, prenderanno parte, tra gli altri, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, il Direttore di Giffoni Experience, Claudio Gubitosi, Angela Matteo Piantedosi, vice capo Polizia di Stato, Vincenzo Spadafora, Garante per l’infanzia e l’adolescenza, il parroco del quartiere Sanità, Antonio Loffredo.

di Ciro Oliviero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *