Il disagio giovanile raccontato dal teatro

NAPOLI – Giovedì 3 luglio, dalle 18.00 alle 21.00, presso il Centro Il Cantiere (Vico VI Durante, 5 – Frattamaggiore) si svolge il seminario “Real Talk: affrontare il disagio giovanile attraverso la rappresentazione teatrale”.

Il programma dell’evento è il seguente:
18.00 Introduzione e presentazione della metodologia “Real Talk”
18.30 Workshop: “Scopri l’attore che c’è in te”
19.00 Pausa
19.10 Workshop: ”Real Talk Experience”: elaborare e rappresentare il conflitto
19.45 Il programma Lifelong Learning della Commissione Europea
20.00 Valutazione strutturata della metodologia (analisi SWOT)
20.40 Questionario di valutazione, conclusioni e rilascio attestati

L’iniziativa prende spunto da una buona prassi presentata dall’Associazione Engage Youth Empowerment Services (EYES) di Wolverhampton nell’ambito del progetto Rete Europea su Educazione e Mobilità degli adulti per l’Inclusione Sociale (EPAEMSI) co-finanziato dalla Commissione Europea. Per due anni l’iniziativa ha coinvolto sette organizzazioni partner Italia, Spagna, Malta, Romania, Polonia e Regno Unito e circa 30 adulti (http://epaemsi.blogspot.it ) provenienti da gruppi sociali svantaggiati.

In particolare, il metodo “Real Talk” è utilizzato da EYES come strumento per approcciare il disagio giovanile. È efficace ma non intrusivo e rende possibile il dialogo e la riflessione in un ambiente sicuro e neutrale.

Attraverso i vari momenti del laboratorio i partecipanti condividono le proprie esperienze di vita, in particolare i quelli critici e conflittuali. Queste informazioni sono poi trasferite e adattate in brevi sketch teatrali. Il pubblico partecipa attivamente osservando i problemi rappresentati ed aiutando gli “attori” a trovare delle soluzioni. Questa metodologia utilizza la tecnica del internazionalmente affermato Teatro dell’Oppresso di Augusto Boal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *