I sette pompieri buoni:così hanno aiutato «Xiao» a fare una doccia

CINA- «Xiao» ha una paralisi cerebrale, non può parlare e d è costretto a vivere «inchiodato» al suo letto. Ha 19 anni e pesa 150 chilogrammi. Ma quando vuole esprimere la felicità sa come farlo, a modo suo: batte forte le mani. L’ha fatto anche martedì scorso, per ringraziare i sette uomini che l’hanno aiutato a stare meglio: sette vigili del fuoco grazie a cui ha potuto fare una semplice doccia. Gli uomini sono infatti riusciti a trasportarlo di peso dalla sua camera al bagno di casa. A chiedere il loro aiuto era stata la madre del ragazzo.

AVVOLTO NELLE LENZUOLA – La signora è l’unica a prendersi cura del figlio, nella loro casa di Shenyang, nella provincia cinese di Liaoning. Di solito lava «Xiao» (che è un nome di fantasia, ndr), con grandissima difficoltà, usando un asciugamano e una bacinella piena d’acqua. Martedì però faceva davvero troppo caldo e c’era un’umidità del 94%. Ecco perché la donna ha cercato una soluzione alternativa per dare sollievo al figlio. E ha chiamato i pompieri.

GUARDA LE FOTO

PRONTO INTERVENTO –Presto una squadra di sette uomini ha raggiunto la casa di «Xiao». E lì sono entrati in azione: prima hanno avvolto il ragazzo nelle lenzuola del suo letto e poi, con la forza delle loro braccia, l’hanno trasportato in bagno. Dopo la doccia, l’operazione è stata ripetuta e il ragazzo è tornato a letto. È stato allora che ha applaudito e poi ha voluto stringere la mano a chi l’aveva aiutato. Quando i pompieri se ne sono andati, la madre di «Xiao» ha trovato sul letto un bigliettino del capo della squadra, Xu Zhaoyang: «Ecco il mio numero di telefono, non esiti a chiamarmi se ha ancora bisogno di noi».

di Angela Geraci (corriere.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *