Legalità e lavoro alla scuola di Cittadinanza Attiva

NAPOLI. Si è conclusa la prima edizione della Scuola di Cittadinanza Attiva “Amato Lamberti”, promossa dal Forum dei Giovani di Ercolano nell’ambito del Piano Territoriale Giovanile e premiata con una medaglia dal Presidente Giorgio Napolitano. Una mattinata partecipata quella nel Comune di Ercolano con gli interventi dei trenta giovani allievi della Scuola provenienti da tutte le province della Campania, con la presentazione dei lavori di gruppo tematici su cittadinanza attiva, legalità e lavoro, istruzione e ambiente. Sono state avanzate proposte mirate e buone prassi per la risoluzione di problematiche spesso affini ai territori del meridione come il riutilizzo del patrimonio pubblico a fini di utilità sociale, culturale ed economica. La cerimonia si è conclusa con la consegna degli attestati di partecipazione e l’appuntamento con la Scuola del Forum dei Giovani il prossimo anno.

DIBATTITI E PROPOSTE – Nel comune vesuviano, l’appuntamento si è aperto con una tavola rotonda dal titolo “Giovani e Mezzogiorno: l’Italia riparte da qui. Esiste un altro Sud”. Al dibattito hanno preso parte Luisa Bossa, parlamentare ed ex sindaco di Ercolano, il docente Isaia Sales intervenuto con il suo ultimo libro “Napoli non è Berlino” e Paolo Caputo, vice Capo di Gabinetto del Ministero per la Coesione Territoriale in rappresentanza del ministro Fabrizio Barca. Il sottosegretario all’Istruzione, Marco Rossi Doria, ha trasmesso  il vivo apprezzamento verso l’iniziativa dedicata al Fondatore dell’Osservatorio contro la Camorra, ricordando l’importanza del valore della legalità e degli spazi di partecipazione

di Federica Pugliese La Corte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *