Barriere architettoniche, dieci anni di battaglie

di Federica Pugliese la Corte

ROMA. Tante sono le barriere, non solo architettoniche, che relegano i disabili in un luogo marginale nella vita quotidiana. Da dieci anni, Fiaba (Fondo italiano per abbattimento delle barriere architettoniche) è impegnata per favorire la totale mobilità e completa integrazione nella vita sociale delle persone con disabilità.  In occasione della Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, celebrata il 7 ottobre, il Presidente del Senato, Renato Schifani, ha inviato la propria «adesione ideale e il più vivo apprezzamento» al Presidente di Fiaba Onlus, Giuseppe Trieste, per le iniziative dell’associazione.

PORTE APERTE DI PALAZZO CHIGI. In occasione dell’evento, porte aperte di Palazzo Chigi ai disabili per avvicinare le istituzioni ai cittadini e sensibilizzare sul tema della disabilità. Il presidente Renato Schifani ha aderito ed elogiato il lavoro di Fiaba negli anni. «Campagne di comunicazione nazionali e tante iniziative a livello locale – ha aggiunto la seconda carica dello Stato, Schifani – hanno favorito negli ultimi anni un maggior coinvolgimento dei cittadini, elemento fondamentale per un progresso nella coscienza collettiva riguardo alla rilevanza delle questioni poste all’attenzione pubblica, per perseguire efficacemente e avvicinarci quanto prima all’obiettivo indicato nello slogan di quest’anno: ”Dal mondo dei disabili e normodotati ad una società per tutti!”. È necessario pertanto migliorare ulteriormente la legislazione vigente, impegno che le Istituzioni devono ritenere prioritario perché non esistano più barriere e situazioni di disparità tra abili e disabili nella vita di tutti i giorni. A tale scopo occorrerà compiere ogni sforzo anche per prevedere, a livello centrale e locale, adeguate risorse per la concreta attuazione di questi principi di civiltà, nel rispetto dell’uguaglianza dei diritti di tutti i cittadini».

PER SAPERNE DI PIU’

http://www.fiaba.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *