Comicon, fumetti e sociale si fondono in “Imago”

NAPOLI. Prende il via il concorso di fumetto e grafica promosso dall’associazione culturale Imago nell’ambito del  Napoli Comicon. Il Concorso, patrocinato dal Ministero dell’Istruzione e dell’Università, dall’ Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, dalla Regione Campania, dalla Provincia di Napoli e dal Comune di Napoli è aperto agli studenti di istituti scolastici di ogni ordine e grado, ai professionisti nel campo del disegno, del fumetto, dell’illustrazione e della grafica e a tutti gli appassionati. Per partecipare occorre inviare le opere entro il 20 aprile. I giovanissimi, che apprendono quanto il fumetto d’autore sia vicino alla letteratura, all’arte, vengono coinvolti in attività laboratoriali, corsi, dibattiti e mostre.

IL SOCIALE. Per sensibilizzare gli studenti sono state affrontate, nelle precedenti edizioni, tematiche sociali di primaria importanza quali il riciclo di materiali di scarto, “Europa: i mille volti di una sola moneta”, lavoro e disoccupazione, energie pulite, mobilità sostenibile, solidarietà attiva. Particolare successo ha riscosso il tema del 2011: “I WANT YOU!” – Il volontariato chiede di te! È possibile una società senza solidarietà attiva?”. I giovanissimi artisti sono stati chiamati a riflettere sull’importanza del volontariato perché il mondo diventi sempre più equo e solidale. L’edizione 2012 affronta il tema europeo dell’invecchiamento attivo lanciando “Active ageing! La forza della terza (soci)età!” per riflettere sul prezioso ruolo degli anziani, oggi per molti vuoti a perdere… L’associazione campana ha partecipato a importanti manifestazioni ed eventi quali la Scuola in Ospedale, Galassia Gutenberg – Fiera del Libro di Napoli e Message – Concorso di Fumetto del Corriere del Mezzogiorno. Fiore all’occhiello il concorso di fumetto, grafica ed illustrazione IMAGO promosso con Comicon e Rossitecnica che, negli anni, ha visto una crescente partecipazione di pubblico a livello nazionale. Sul modello francese e belga i piccoli alunni apprendono sin dalle elementari la cultura del fumetto e imparano ad esprimere una riflessione critica, più attenta, sul mondo che li circonda. La prima selezione degli elaborati avviene a cura dell’Ufficio Scuola Comicon; poi la giuria popolare dei visitatori del Salone del fumetto elegge i vincitori tra quelli selezionati.

di Maresa Galli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *