Fund raising e sanità

NAPOLI.  Mancano i fondi per la Sanità. E’ possibile fare qualcosa? Cosa avviene in altre parti del mondo? E cosa si sta facendo in Italia? Sull’argomento non si sa molto eccetto che, in Italia, le Aziende Sanitarie e le Aziende Ospedaliere (o Universitarie) che hanno avviato un percorso virtuoso nella raccolta di fondi non sono più del 5%. Sarebbe quindi molto utile riuscire a confrontare i dati internazionali con quanto avviene nel nostro Paese e cercare di capire perché la nostra Sanità stenta, forse per poca conoscenza, ad adoperare le tecniche della raccolta fondi dai privati. Succederà a Napoli martedì 17 aprile, alle ore 10.00, presso la sala conferenze della Fondazione Valenzi  (Castel Nuovo-Maschio Angioino), dove sarà presentata la prima ricerca comparativa sulla raccolta fondi per le Istituzioni sanitarie in Italia, Stati Uniti d’America e Regno Unito.  Al termine della presentazione della ricerca, verranno anche illustrate le tecniche di fundraising necessarie per il reperimento di fondi nelle strutture sanitarie italiane.La ricerca è stata curata da Raffaele Picilli, esperto in fundraising, con la collaborazione di Flavio Giordano. Le tecniche di fundraising per la sanità saranno illustrate da Annalisa Lalumera, fundraiser della società General MFC.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *