«Non avere paura degli invisibili»: ecco il vademecum

NAPOLI – Poche regole per aiutare i clochard, chi vive ai margini. Un vademecum per tendere la mano agli “invisibili” delle nostre strade realizzato da Comunicare il Sociale grazie alla gentile collaborazione di Benedetta Ferone – responsabile dei senza dimora della Comunità di S.Egidio di Napoli.

VEDERLI – La prima cosa da fare è vederli, non avere paura degli “invisibili”. Sembra un consiglio banale, ma non dobbiamo voltare la faccia dall’altra parte. Dobbiamo avere uno sguardo attento e riconoscere le loro difficoltà. La domanda più semplice “Ha bisogno di aiuto, posso fare qualcosa per lei” è un primo gesto per restituire  dignità». Da qui, anche la possibilità di dare una coperta o un maglione più pesante.

PASTI E BEVANDE CALDE, NO ALCOLICI – Dopo il primo approccio è sempre importante chiedere se c’è bisogno di un pasto o di una bevanda calda: è possibile aiutarli con un the caldo, una tazza di latte o anche un succo di frutta ricco di vitamine.

VIETATO – Assolutamente vietato offrire alcolici. Anche sui pasti caldi da dare è bene evitare piatti con il maiale perché contro la religione musulmana. Consiglio sempre di chiedere prima, anche per avere un legame diretto con i clochard e rinsaldare quel legame di fiducia reciproca

NO MEDICINE – È giusto fare da ponte e segnalare anche difficoltà legate alla salute. Mai dare farmaci direttamente perché anche una semplice aspirina può essere fatale per chi è allergico. Nel caso di patologie è bene avvisare un centro medico o un centro di assistenza in strada.

CON ISTITUZIONI E COMUNE – Mai prendere le iniziative da soli. Meglio rivolgersi ai numeri del Comune o delle altre unità sul territorio per aiutare i nostri “invisibili”

PER INFO – Per maggiori info o per porre quesiti è possibile scrivere a  santegidio.napoli@tin.it   sito web: www.santegidio.org

 ALTRE INFO UTILI:

Non sempre i nostri amici clochard hanno la possibilità di venire a conoscenza di quelle che sono le strutture idonee per essere accolti. Il cittadino può, quindi, funzionare da “vedetta” per segnalare da un lato alle istituzioni i casi di emergenza e dell’altro divenire la “voce” del clochard per sapere se ci sono posti liberi presso i ricoveri o per sapere se in quella zona sono previste unità mobili che assicurano la fornitura di coperte e pasti caldi:

–          Tutte le stazioni della METROPOLITANA  – Linea 1 – da Piazza Dante, Piazza Cavour, Piazza Vanvitelli…ecc. a salire, verranno mantenute aperte tutta la notte fino alla 6 a.m. per consentire l’accesso e il riparo

–          Altri posti letto sono disponibili presso

•              30  (M) presso il Dormitorio Pubblico tel.  0817956980

•              50    (M e F)  presso l’Istituto S. Francesco a Marechiaro tel.  0817958102                       

(n.b. L’accesso alle strutture è  dalle ore 20,00 fino  alle 23,00)

Da ieri sono disponibili  dalle 20.00 alle 23.00, alcune unità di strada per accompagnamenti, offerta di coperte e si spera bevande calde:

     – Servizio di Telesoccorso del Comune di Napoli  tel. 081/5627027

 

di Stefania Melucci

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *