Report intitola la sede a vittima innocente dei clan

Nasce a Ponticelli la nuova sede dell’associazione Report intitolata a Felice De Martino, vittima innocente dei clan. La cerimonia si è svolta alla presenza del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, che ha lanciato un monito chiaro e preciso ai cittadini: «Unitevi e denunciate, perché l’indagine senza denuncia dura anni, con la denuncia invece poche settimane. Purtroppo dobbiamo ancora ricordare alle persone che l’unico vero modo di opporsi alla camorra è denunciare». La sede è nata in una vecchia scuola rimasta abbandonata per 30 anni in via Cupa San Pietro, dove da oggi si respira legalità grazie all’iniziativa fortemente voluta da Anna Ferrara, presidente di Sos Impresa – Rete per la legalità, che non ha trattenuto le lacrime nel ricordare la figura di un cittadino onesto come Felice, ancora oggi simbolo di altruismo per l’intero quartiere: «Siamo felici di dare a questo luogo il nome di Felice, perché a distanza di 21anni siamo riusciti a restituirgli dignità». Commosso ma fiero di questo importante traguardo il fratello di Felice, Michele De Martino, che proprio nel giorno dell’inaugurazione ha compiuto 46 anni: «Quando Felice morì aveva 26 anni, io 24. Oggi sono qui a parlare di lui perché per tanti anni è stato definito criminale, mentre è stato un eroe che ha salvato la vita a un amico che era con lui». Felice fu ucciso infatti da una pallottola vagante il 6 gennaio 2000 mentre era sulla soglia di un bar. A ricordarlo e a spiegare che le attività dell’associazione saranno dedicate ai valori trasmessi dalla giovane vittima anche il presidente di Report Pellegrino Reale, intervenuto con alcuni rappresentanti di Libera. Un simbolo del quartiere dunque Felice con la sua onestà, il suo altruismo e la sua cultura, che ha finalmente ottenuto il riconoscimento di essere estraneo a quei contesti criminali.

di Giuliana Covella