A Casal di Principe 18 laboratori artistici e sportivi per 100 minori nella struttura confiscata alla camorra

Al progetto SPART Sport+Arte presentato dalla Cooperativa E.V.A. in partnership con Save the Children Italia, presenti sul territorio di Casal di Principe, ha partecipato anche la Fondazione Grimaldi. L’iniziativa ha permesso la realizzazione di 18 laboratori artistici e sportivi per 100 minori, sia bambini che adolescenti, all’interno del Punto Luce di Casal di Principe. Il Punto Luce è un centro ad alta densità educativa, aperto ai bambini agli adolescenti e ai loro genitori, coordinato da figure educative e animato da volontari e garantisce spazi a loro misura dove trovare opportunità di crescita e di sviluppo. La struttura è stata realizzata nei locali di un edificio confiscato alla criminalità, organizzato e messo a disposizione dal Comune di Casal di Principe. Il centro, che si trova in via Bologna 20/22 è aperto dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19, e i progetti in corso sono legati allo studio, all’utilizzo sicuro del computer e di internet, alla lettura, ai laboratori artistici, culturali e ricreativi, al movimento e al gioco creativo. In particolare, le attività della Cooperativa EVA, che da 18 anni lavora per il contrasto alla violenza di genere, sono rivolte soprattutto alle bambine e alle ragazze che sono le più esposte al circolo vizioso della mancanza di opportunità. “Il nostro impegno a Casal di Principe, in collaborazione con la cooperativa EVA e in sinergia con le scuole e con tutte le forze attive già da anni per lo sviluppo del territorio si inserisce nell’ottica di un intervento integrato che da un lato mira a rafforzare le capacità genitoriali degli adulti e dall’altro punta a fornire ai minori un prezioso supporto già dai primissimi anni della loro vita”, hanno spiegato i volontari di Save the Children.

di Mirella D’Ambrosio