Ferragosto con l’arte al museo di san Gennaro

NAPOLI-  Ferragosto con l’arte, al Museo del Tesoro di San Gennaro mercoledì 15 agosto dalle 9,30 alle 17,30. Le prime due visite – quella delle 9.30 e l’altra delle 10.30 – sono condotte dal marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, unico rappresentante di quelle famiglie ‘napolitane’ che firmarono nel 1527 il voto che impegnava la città per la costruzione della cappella del Tesoro; grazie a lui si potrà conoscere la storia di San Gennaro effettuando una visita guidata proprio all’interno della storica Cappella, per poi proseguire per il museo.  Giunta alla XV° edizione, Ferragosto con l’arte è ormai una consolidata tradizione che fu ideata e promossa proprio dal marchese Sanfelice, componente della Deputazione della Cappella di San Gennaro e Presidente del Corpo Internazionale di Soccorso del Sacro Ordine Costantiniano di San Giorgio, e che si ripete ogni 15 agosto, dal 2004, per offrire ai napoletani e ai turisti la possibilità di ammirare, il giorno dell’Assunta, uno dei patrimoni artistici più importanti al mondo.  Per l’intera giornata si terranno, poi, visite guidate gratuite condotte anche dal direttore Paolo Jorio nel Museo del tesoro di San Gennaro.  “Mi sono inventato questa occasione – dice Pierluigi Sanfelice di Bagnoli – per aiutare i turisti e i napoletani che a Ferragosto vagavano in città con negozi, musei e bar chiusi. Da dieci anni invece tutti i musei sono aperti e solo l’anno scorso a S. Gennaro abbiamo avuto più di seimila visitatori”. Nuove esposizioni, un allestimento completamente rinnovato, tutti i gioielli esposti in un percorso emozionale sarà l’itinerario impareggiabile che i visitatori potranno ammirare per conoscere più approfonditamente, opere uniche al mondo. La leggendaria mitra gemmata ricca di 3964 pietre preziose, il collare di San Gennaro in diamanti, gemme e gioie realizzato in 250 anni con i doni dei più importanti regnanti europei, il calice di oro, rubini, smeraldi e diamanti donato da re Ferdinando IV, la croce in diamanti e smeraldi regalata da re Umberto I, la pisside gemmata di re Ferdinando II e tanti altri gioielli e i capolavori d’argento rappresentano non solo la straordinaria storia di fede di un popolo verso il proprio santo Protettore, ma anche l’essenza della grande cultura e della antica civiltà napoletana. L’iniziativa del giorno di Ferragosto, che tanto successo ha avuto nelle passate edizioni, è diventato infatti un immancabile “appuntamento con l’arte” nonché un’importante ed efficace operazione di promozione turistica da offrire ai napoletani e ai numerosissimi ospiti nel capoluogo campano. Il programma è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.

Per informazioni, 081-294980. Museo: via Duomo 149, Napoli (ingresso laterale al Duomo) 

di Danila Navarra

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *