Grazie all’impegno delle Acli riapre dopo trent’anni il Parco della Quarantena a Bacoli

NAPOLI – Dopo decenni di degrado, sarà riaperto al pubblico il Parco della Quarantena di Bacoli, in via Spiaggia Romana, un ex giardino zoologico, bonificato e valorizzato dopo 30 anni da giovani volontari del circolo Acli Campi Flegrei, che lo gestiranno per i prossimi due anni. Il Parco della Quarantena è stato attrezzato per consentire alle famiglie di vivere ore di relax nella natura tra una splendida lecceta ed il magnifico lago della Casina Vanvitelliana.

Le famiglie avranno la possibilità di usufruire delle aree picnic, di utilizzare giostre per bambini, di godere di buona musica, di fare un giro su canoe, pedalò, cavalli, oltre che di mangiare del buon cibo in stand gastronomici.

“I cittadini di Bacoli e di tutti i Campi Flegrei potranno scoprire le bellezze del parco passandovi ore spensierate insieme ai propri cari o animali domestici. – spiegano i responsabili del parco – Attualmente stiamo provvedendo alle necessarie opere di bonifica e di adeguamento strutturale per realizzare una struttura polivalente che ospiterà attività culturali, sociali e turistiche. Il nostro è un progetto di ampio respiro, per costruire insieme agli altri attori del territorio un progetto con proposte concrete che rispondano ai bisogni delle persone svantaggiate e deboli, e insieme restituiscano alla collettività servizi di utilità pubblica. Pensiamo, ad esempio, al progetto dell’ecocampeggio, progetto immaginato e costruito insieme ai Servizi Sociali del Comune di Bacoli, che contempla la gestione complessiva dei servizi di un campeggio comunale affacciato al lago per sostenere la gestione di attività solidali a favore di minori disagiati e delle rispettive famiglie e, soprattutto, per offrire e sviluppare una “sana” opportunità di lavoro per quei ragazzi senza famiglia che saranno assistiti dalla nostra associazione.”

Un plauso al lavoro del circolo Acli Campi Flegrei è giunto dal commissario provinciale dell’associazione dei lavoratori cristiani, Vincenzo Menna, secondo il quale “in attività come queste si sostanzia la missione delle Acli al servizio delle comunità locali. Siamo orgogliosi che una nostra struttura sia riuscita a realizzare un progetto di così grande importanza sociale in un territorio complesso come è la zona a Nord di Napoli.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *