L’estate dell’istituto Martuscelli

NAPOLI – Il parco antistante la sede dell’istituto “Domenico Martuscelli” la prossima estate sarà popolato tutti i giorni per una serie di attività a favore dei disabili e delle fasce più deboli. Non solo ciechi ed ipovedenti i destinatari delle attività, ma anche persone affette da altre forme di disabilità e normodotati, perché «ci interessa fare inclusione sociale», ha detto il commissario straordinario dell’istituto Martuscelli Andrea Torino, il quale ha aggiunto che «ci rendiamo conto che con queste attività non si esaurisce il ruolo dell’istituto che deve essere pienamente valorizzato anche con attività residenziali per dare una risposta a delle problematiche di particolare rilevanza».

Le attività sono state organizzate in collaborazione con l’Uici (Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti) e l’Univoc (Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi), con il patrocinio degli assessorati alle Politiche sociale della Regione Campania e del Comune di Napoli. Parte integrante del percorso le realtà associative e non che svolgeranno le attività nei mesi da giugno a settembre. Oltre alle già citate ci saranno la Consulta degli Studenti del Conservatorio San Pietro a Majella, Unicef Campania, Istituto per la ricerca, riabilitazione e formazione per non vedenti ed ipovedenti, Associazione Italiana malattia di Alzheimer, Associazione Adatt…bile per l’autismo, Associazione Incontrarti, Associazione sportiva dilettantistica Club Schermistico Partenopeo. Le attività di quest’ultima associazione faranno da preludio ad una già programmata per settembre, ovvero la valorizzazione della palestra interna dell’istituto.

Tra le associazioni impegnate in questi mesi estivi per le attività presso l’istituto Martuscelli l’Uici Napoli che organizzerà un campo estivo due giorni a settimana per «svolgere attività ludico, ricreative e sportive per i ragazzi dai 6 ai 18 anni, finalizzate a perseguire l’autonomia dei nostri ragazzi perché purtroppo la scuola da sola non ce la fa», ha sottolineato il presidente dell’Uici Napoli Mario Mirabile.

Per far meglio conoscere la realtà dei principali fruitori dell’istituto Martuscelli, ovvero ciechi ed ipovedenti, al termine della presentazione – alla quale sono intervenuti anche il cardinale di Napoli Crescenzio Sepe e l’assessore al Welfare del Comune di Napoli Roberta Gaeta – di ieri l’Univoc ha accompagnato gli ospiti in un percorso multisensoriale lungo i corridoi del piano terra dell’istituto. Al termine del percorso il pianista jazz non vedente Ivan Dalia si è esibito in un concerto “al buio” nel cortile della struttura.

di Ciro Oliviero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *