ACLI, CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE ARRIVA LA CAMPAGNA “1,2…STELLA”

NAPOLI-Ogni anno un terzo della produzione mondiale di cibo viene sprecato, ovvero circa 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti, una quantità che potrebbe sfamare quattro volte gli 805 milioni di persone denutrite della Terra. Secondo gli studi della FAO lo spreco alimentare in Europa e in Nord America ammonta a 280-300 kg pro capite l’anno. Una parte considerevole, più del 30%, finisce nelle pattumiere delle nostre case, completando la catena di sprechi che inizia nei campi e negli allevamenti, continua lungo la fase di trasformazione e commercio, e termina nelle nostre cucine. Ogni anno, da 95 a 115 kg di cibo pro capite vengono gettati nelle pattumiere delle nostre case, compresi molti alimenti perfettamente commestibili e che potrebbero essere tranquillamente consumati.

Le cause dello spreco alimentare che avvengono nelle nostre case sono da ricercare in primo luogo nell’acquisto di prodotti in quantità superiori al necessario o quando il consumatore viene convinto a comprare attirato da promozioni e offerte speciali. Le Acli di Napoli sono attive da tempo per  favorire il recupero e la donazione di eccedenze o di prodotti non più vendibili (ma perfettamente commestibili) a favore delle persone emarginate e con difficoltà economiche. nonché per educare e sensibilizzare i cittadini contro lo spreco alimentareaffinché cresca una cultura della solidarietà che attraverso il dono e la relazione con l’altro trasformi lo spreco in risorsa.

Per portare avanti i propri progetti l’associazione ha lanciato la Campagna di raccolta fondi “1,2…stella”: dato che a partire da Gennaio 2018 sarà sospeso il conio delle monete da 1 e 2 centesimi, tu potrai sostenere l’iniziativa per il recupero delle eccedenze alimentari raccogliendo queste monete e donandole alle Acli.

Per maggiori informazioni:

aclinapoli@acli.it; 366.9091506

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *