La favola di Martina, campionessa non vedente di judo

NAPOLI – La disabilità non ferma la passione per lo sport. Ed ecco che la storia di Matilde Lauria, non vedente, diventa una favola, laureandosi campione d’Italia di Judo per la categoria 66 chilogrammi. Matilde, 48 anni e mamma di tre figli, ha perso la vista in modo graduale e oggi affronta la nuova condizione con tantissimo coraggio, conciliando famiglia, disabilità e attività sportiva. La cecità non ha fermato la sua grande passione per il judo, seguendo gli allenamenti con la ASD Non ed IpoVEDenti Napoli del maestro Gennaro Muscariello: «Nello sport – dice il maestro – nessuno ti regala niente. Per essere al vertice, si deve lavorare al massimo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *