Apre il “Punto Luce di Save” The Children nella periferia di Napoli

NAPOLI – Non c’è cosa più bella al mondo forse che guardare un bambino giocare, esprimersi liberamente nella sua creatività, crescere sano vivendo il suo tempo. Save the Children – l’organizzazione che dal 1919 è dedicata a salvare la vita dei bambini e difendere i loro diritti – dopo il Punto Luce nel Rione Sanità, apre, dopo due anni di trattative e lavori strutturali, un nuovo Punto Luce nel quartiere di Barra. Uno spazio dove i bambini e gli adolescenti possono trovare opportunità educative, sociali e ricreative e condividere aree pensate per loro. Venerdì 10 luglio alle 11 presso la sede del Punto Luce barrese (in via Mastellone nei campetti sportivi dell’Istituto G. Rodinò) si terrà l’inaugurazione dello spazio ma già da due settimane 200 tra bambini e ragazzi, dai 6 ai 16 anni, ogni mattina partecipano ai laboratori del campo estivo organizzati da Save The Children grazie alla preziosa collaborazione delle Cooperative Sociali “Il Tappeto di Iqbal”, “Terra e Libertà” e della U.I.S.P. (Unione Italiana Sport Per tutti) da sempre impegnati in interventi educativi rivolti ai minori del territorio. Nel centro si svolgono gratuitamente  attività  motorie e sportive, laboratori creativi, laboratori di circo e teatro, musica, supporto allo studio, educazione all’uso responsabile dei nuovi media e uno spazio lettura per ragazzi. L’organizzazione ha provveduto a riqualificare un’area sportiva di circa 4.300 mq che ospita 2 campi e un’area verde per il gioco, e a decorare con il coinvolgimento attivo dei ragazzi una struttura per le attività di laboratorio e un centro socio-educativo di circa 160 mq messo a disposizione dall’I.C. 68° G. Rodinò. Un altro piccolo grande tassello per garantire ai bambini diritti essenziali nella speranza di migliorare il loro futuro.

 

di Caterina Piscitelli 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *