"Il gusto per la vita": ecco gli chef stellati in campo per la ricerca contro il cancro GALLERY-VIDEO

chef2NAPOLI – La passione per il buon cibo la scopri nei particolari, nella cura dei piccoli dettagli per servire un prodotto bello nell’aspetto e buono nel gusto. A Città della Scienza lo spettacolo ai fornelli si trasforma in un gesto d’amore. Quaranta chef e pasticcieri hanno unito le differenti esperienze culinarie in una cena benefica per sostenere l’Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro). A metterli insieme è la sezione provinciale di Napoli dell’Apci (Associazione professionale cuochi italiani). «Viviamo questo momento mediatico dove gli chef sono in prima linea – spiega Fabio Ometo, chef Apci – abbiamo deciso di unirci per una causa nobile e sostenere la ricerca per combattere il cancro».

LA SERATA – E così in tanti hanno potuto gustare le prelibatezze campane che unisco sapore e sociale: dalla “pasta e patate ripassata con il totano” all’ “Involtino di alici di costiera, marinate agli agrumi, ripiene di provolone del monaco e cialdina di pane alle olive nere” e ancora “Pappa al pomodoro con stracciatella di bufala e basilico” e “Acciughe patate e tartufo”. L’iniziativa è stata patrocinata dall’Unione industriali della provincia di Napoli e dall’Azienda ospedaliera specialistica dei Colli. «Di cancro oggi si continua a morire – continua Gloria Frezza, presidente Airc Campania – perché si respira male, mangiamo cibo inquinato. Abbinare una cucina sana, così come sosteniamo da tempo con l’associazione, significa prevenire. E’ stato bellissimo unire il loro progetto con le nostre ricerche».

di Stefania Melucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *