Da Mastechef a Mani Tese: la solidarietà di Joe Bastianich


MILANO
  Joe Bastianich, giudice di Mastechef Italia, unisce  gusto e arte per il progetto di solidarietà: il ricavato della linea esclusiva di t-shirt, realizzata per il progetto Mise En Place, sarà devoluto a Mani Tese.  L’iniziativa, al 100% italiana, nasce da un’idea di Joe Bastianich e della fashion designer Chiara Mosti per sposare moda, arte e cucina con l’impegno sociale. Insieme all’istrionico Restaurant Man sono stati coinvolti nell’iniziativa dodici grandi rappresentanti del panorama gastronomico italiano, tra questi Antonino Cannavacciuolo, Moreno Cedroni, Carlo Cracco, Enrico Crippa e ancora Gennaro Esposito, Gualtiero Marches, Davide Oldani; Italo Bassi e Riccardo Monco per Enoteca Pinchiorri; Niko Romito; Davide Scabin; Viviana Varese.

COME NASCE IL PROGETTO – Mise En Place (www.miseenplaceitalia.it), è un viaggio lungo la penisola che inizia dai mercati rionali della Toscana – terra della fashion designer Chiara Mosti – passa dai piatti regionali tipici e arriva fino alle cucine dei grandi ambasciatori del gusto italiano, da qui la creazione delle t-shirt. Le magliette saranno acquistabili fino al 20 febbraio, al prezzo di 100 euro l’una su CharityStars.com, la piattaforma digitale che nel 2014 ha raccolto più di un milione di euro per 150 Onlus italiane e internazionali. Su CharityStars.com sarà inoltre acquistabile in soluzione unica anche un’installazione artistica – attualmente esposta in anteprima ad Eataly Torino – che racchiude, in cornici artigianali, tutta la serie limitata che verrà autografata dagli Chef. I fondi saranno investiti in un progetto di cooperazione per il raggiungimento della sicurezza alimentare in Burkina Faso. «Un grazie speciale – spiega Valerio Bini, presidente di Mani Tese –  va a Joe Bastianich, Chiara Mosti e agli Chef.  Il loro è un atto di fiducia e un sostegno importante per il nostro impegno di giustizia in Italia e all’estero. Un impegno che compie in questi giorni 50 anni ed è oggi più vivo che mai. Siamo felici di partecipare a questo progetto che valorizza le doti migliori del nostro paese: creatività e solidarietà». Un entusiasmo che traspare anche dalle parole con cui uno degli ideatori, Joe Bastinaich, descrive l’iniziativa: «Grazie alla creatività di Chiara – aggiunge Joe Bastianich –  è stato spontaneo pensare ad una linea di T-shirt che li esaltasse come opere d’arte da indossare. Sono orgoglioso di aver trovato tanto sostegno dai nostri compagni di viaggio, 12 Chef riconosciuti a livello mondiale, senza di loro non sarebbe stato possibile realizzare Mise En Place».

PER SAPERNE DI PIU’
Il sito Mise en Place

di redazione – @comilsoc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *