Il volontariato crea lavoro per i giovani: ecco come

giovani (1)TREVISO – Lavoro e volontariato: ecco il binomio possibile a Treviso. Sono 300mila euro investiti in progetti di inclusione lavorativa con Ebi.com. Presentati i risultati dei tre progetti biennali (Agorà, Diamoci Dentro e Mai Più soli – cosa ci isola) legati al bando “La vita non aspetta – Under 30” che ha visti stanziati 300 mila euro per finanziare attività  di promozione e inserimento dei giovani esclusi dal mondo della scuola e del lavoro. Oltre 270 i giovani coinvolti per 90 tirocini complessivamente avviati e ben 17 le assunzioni definitive a percorsi ultimati. Il volontariato trevigiano ha così iniziato a prendersi cura di questa fragile fetta della comunità facendo proprio il concetto di sussidiarietà intesa non come “sostituzione”, ma come azione integrativa ad interventi già programmati. Determinante il rapporto con le Istituzioni e le Aziende Ulss che il Volontariato ha sviluppato per dar corpo alla propria azione progettuale.  Il bando ha inoltre riscosso l’attenzione e la collaborazione dei Centri per l’impiego dei territori coinvolti (Vittorio Veneto-Conegliano; Montebelluna, Treviso), con i quali sono state stipulate tre specifiche convenzioni che hanno visto il partenariato dei centri per l’impiego, che si è tradotto nella copertura dei costi assicurativi dei percorsi attivati nell’ambito dei singoli progetti e nell’accompagnamento nell’avvio dei percorsi da parte del personale dei centri stessi.

 Il Progetto AGORA’ ha messo in sinergia 24 realtà che operano in vari settori (sociale, assistenziale, promozione culturale) sul territorio della Sinistra Piave. Il progetto ha coinvolto 135 giovani tra i 15-29 anni e avviato 30 tirocini tra le realtà imprenditoriali e associative coinvolte (cura della persona, verde pubblico, arte casearia, sartoria, marketing, serigrafia) con 7 assunzioni definitive a fine percorso.

Il Progetto MAI PIU’ SOLI… cosa ci isola ha coinvolto i ragazzi  18-29 anni, su percorsi di alta formazione professionale, stage aziendale, esperienza di gestione delle competenze. Avviata la formazione di volontari/facilitatori per l’orientamento e l’accompagnamento di ragazzi alla ricerca di un impiego.36 gli stage di inserimento lavorativo attivati con percorsi di accompagnamento individualizzato, e ben 10 le assunzioni avviate a fine esperienza formativa.

Il progetto “Diamoci dentronasce per coinvolgere 100 ragazzi con meno di 29 anni,  reclusi nei due istituti penitenziari presenti a Treviso, nella Casa Circondariale e nell’Istituto Penale per Minori (IPM). Obiettivi sono stati attivare in maniera creativa, pratica e socialmente utile i giovani detenuti, sensibilizzare l’opinione pubblica, promuovere percorsi occupazionali esterni al carcere, dare vita a momenti di socializzazione per favorire il percorso di reinserimento, Allestire uno spazio per sostenere l’attività di accoglienza abitativa. Sono stati organizzati 77 eventi, promossi e realizzati dalla rete progettuale,attivati 25 tirocini lavorativi, con 2 assunzioni definitive a fine percorso e 5 prolungamenti di stage a carico delle aziende ospitanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *