#Disabili, anche al sud arrivano le giostre per tutti

08NAPOLI  – Lo spazio giochi del parco pubblico Giovanni Paolo II di Pomigliano d’Arco diventa a misura di disabile: sono state inaugurate ieri pomeriggio le nuove giostre per bambini che si muovono in carrozzina. Si tratta di un’altalena e di un divanetto girevole, entrambe molto simili a quelle che utilizzano i bambini normodotati. Sul divanetto possono anche giocare contemporaneamente bambini normodotati e in carrozzina. Il costo delle due nuove attrazioni è di circa di 5mila euro. «Siamo tra i primi Comuni del sud Italia ad installare questo tipo di giostre, – dice il sindaco di Pomigliano Lello Russo, presente all’inaugurazione insieme all’assessore alla cultura Roberto Nicorelli e il presidente della commissione pari opportunità Mattia De Cicco – e siamo orgogliosi di affermare che gli edifici e gli spazi pubblici della nostra città sono senza barriere». Insieme alle autorità cittadine c’erano anche i volontari e gli assistiti dell’associazione Agvh, da molti anni punto di riferimento locale nell’assistenza alle persone con disabilità.

«Queste giostre non servono solo ai bambini che, come me, si spostano in carrozzina – sottolinea uno dei giovani presenti all’iniziativa – ma anche alle loro mamme, che grazie a strutture come queste possono portare i propri bambini ad un parco giochi senza difficoltà e interagire con gli altri genitori. È la società che crea difficoltà alla persona con disabilità, che altrimenti avrebbe una vita normale a contatto con gli altri». «Tutti insieme dobbiamo conservare e preservare le cose belle, – ha raccomandato don Aniello Tortora, parroco della SS Maria del Rosario, durante la benedizione – queste due giostre sono un passo importante per costruire quella che Paolo VI chiamava civiltà dell’amore. Il vero diversamente abile è chi non è capace di amare».

di Daniele De Somma
foto di Pamela Orrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *