Rifiuti, "Ambiente solidale" apre le porte ai piccoli di Ponticelli

IMG_0800NAPOLI – Far conoscere le eccellenze del territorio anche ai ragazzi del quartiere di Ponticelli che frequentano i campi estivi a Napoli Est.  I piccoli, di età compresa tra i 7 e gli 11 anni, visiteranno il capannone di “Ambiente Solidale” per vedere che fine fanno i comuni rifiuti e come possono essere riutilizzati. “Ambiente Solidale” è una cooperativa sociale, di tipo B costituita ai sensi della legge 381/91, particolare forma di impresa che ha lo scopo di realizzare la piena integrazione di persone in difficoltà mediante lo svolgimento di attività imprenditoriali finalizzate all’inserimento lavorativo di persone abitualmente escluse dal mercato del lavoro. Situata nel territorio difficile di Ponticelli, nella zona orientale della città di Napoli, la cooperativa si occupa di smaltimento, tra gli altri, di abiti usati.

“Nulla si distrugge tutto si trasforma”: è questo il messaggio trasferito alle nuove generazioni che, attraverso il percorso guidato, imparano a capire la trasformazione di rifiuti in risorsa. Anche le eccedenze alimentari della produzione o la distribuzione commerciale, di ottima qualità ma non più adatti alla vendita, possono essere reinserite in un circuito di utilizzo trasformandosi in risorsa per le fasce deboli della popolazione. La campagna sociale contro lo spreco alimentare promossa dalla cooperativa insieme alla Caritas, al Cair e al Consorzio Core, ha visto già la partecipazione di numerosi volontari e cittadini, che hanno aderito all’appello.

 

PER SAPERNE DI PIU’
Il sito di Ambiente solidale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *